La pizza bianca del fornaio fatta in casa

 

Avete presente  la pizza bianca del fornaio quella salata sopra, con le “bolle” in mezzo come direbbe un bambino… quella stessa pizza che si spacca a metà e ci metti tutto quello che ti viene in mente?
Ebbene io quella pizza l’ho fatta stasera e devo dire che mi è venuta proprio bene!! ………… se mi faccio i complimenti da sola è solo perché era davvero tanto tempo che volevo provare a farla e alla fine ce l’ho fatta, volete per caso sapere se è da GNAM?
Si è proprio da GNAM, che bello vedere nel proprio forno una pizza che ha fatto parte della mia infanzia, che era a volte la mia merenda a scuola, ai miei tempi a a Roma ce la portavamo sempre, ricordo ancora quando andavo alle elementari e chiedevo assieme ai miei amici 50 Lire di pizza bianca, bene i ricordi sono meravigliosi, ma è meglio lasciarli lì dove sono, andiamo avanti con gioia senza malinconia e vediamo cosa serve per prepararla.
INGREDIENTI
– 500gr di farina 00
– 500gr di farina Manitoba
– 1 confezione di lievito per pane liofilizzato
– 3 chucchiaini di zucchero
– sale fino e grosso qb
– acqua qb
– olio
– farina per la spianatora
PROCEDIMENTO
In una terrina di vetro molto capiente unire tutti gli ingredienti, tranne il sale grosso, e iniziate a mischiare quindi aggiungere l’acqua in più tempi finché la farina non è tutta raccolta. Quando si forma la palla iniziare a impastare sulla spianatora e quando avete ottenuto un bell’impasto liscio e morbido mettete dell’olio nell’insalatiera, su tutta la sua superficie interna e versarci la pasta, oleate la superficie e mettete a lievitare per alcune ore.
Premesso che più lievita meglio è, lasciate almeno 3 o 4 ore a lievitare, quindi impastare nuovamente e dividere la pasta in 3 parti, ognuna di esse  verrà stesa su una teglia, quando avrete steso tutta la pasta con i polpastrelli toccate la pasta come se doveste suonare il pianoforte, e picchiettare la pasta, sulla cui superficie verrà versato a cucchiaiate un battuto di acqua ed olio.
Quindi versare il sale grosso sulla pasta e mettere a cuocere le teglie a 270° per circa 10 minuti quando si  sta  dorando la pasta controllare la cottura e se pronta spengete.
Servitela come preferite :))

Crostata di pesche e mandorle con pasta frolla al miele

Avreste mai pensato che una frolla potesse avere meno di 100gr di burro ed essere ugualmente friabile e gustosa? Per me è stata una rivelazione, tempo fa cercando su internet delle ricette “dietetiche” per frolle, mi sono imbattuta in una ricetta, che avevo salvato nel mio ricettario informatico, il sito da cui l’ho presa al momento non lo ricordo e mi scuso per questo, ma qui vi propongo una frolla modificata nelle dosi rispetto a quella che ho scovato nel mare magnum di internet.

Personalmente non assaggiato il risultato finale perché è stato un omaggio che ho fatto assieme ad una bimba a delle persone davvero speciali, ma mi hanno detto che è piaciuta moltissimo e che dire che è durata 12h è dire tanto…. qui l’orgoglio l’ha fatta da padrone  e ovviamente si è gonfiato moltissimo, penso che capirete il perché e spero che lo condividerete con me :))
Andiamo a vedere la preparazione di questa bella frolla fuori dal comune!!
INGREDIENTI

Per la Frolla
– 300 gr di farina 00
– 2 uova
– 3 cucchiai e 1/2 abbondanti di miele io ho usato quello di acacia
– meno di mezza bustina di lievito per dolci
– 85 gr di burro o margarina

Per la Farcitura
– confettura di pesche
– mandorle a scaglie

PROCEDIMENTO
Mettere in una terrina tutti gli ingredienti della frolla ed impastare, quando si è formata la palla, passare alla spianatoia e continuare ad impastare finché la pasta non assume quel bell’aspetto liscio e dorato tipico della frolla; quindi stenderla e metterla in uno stampo antiaderente, lasciandone una porzione da parte per le decorazioni.
A questo punto distribuire la confettura di pesche su tutta la superficie tranne che sui bordi, versare a pioggia le mandorle a scaglie e infine fare delle decorazioni con la pasta frolla che avevate lasciato da parte.
Infornare a 175° nel forno caldo e cuocere per 30 minuti, quando è spento il forno lasciate la crostata ancora per 5/10 minuti al suo interno quindi sfornate e servite, calda, tiepida, fredda….. fate voi ;)) ………………… buon appetito!!