Torta rustica pere Asiago, noci miele e semi di lino

 

Eccomi qui a presentarvi questa deliziosa torta rustica che ho fatto per il mio gruppo d’assaggio lo scorso venerdì, questo è stato il piatto con cui abbiamo aperto la cena, è davvero semplice e veloce da fare, ma molto molto gustoso.
Amo moltissimo l’asiago con le pere… e le noci che un abbinamento questo che vi ho proposto in modo simile in questa insalata, ma in questo caso ho aggiunto il miele e per creare un colpo d’occhio gradevole, in fin dei conti anche l’occhio vuole la sua parte… i semi di lino.
Via vi lascio la ricetta, mi è piaciuta talmente tanto questa torta rustica che mi è venuta voglia di mangiarne una fetta… peccato sia finita dopo circa 15 minuti che l’ho affettata… ops dovrei dire per fortuna;)
INGREDIENTI
1 rotolo di pasta sfoglia
2 pere di media grandezza, io ho usato 1 pera grande e 1 piccola
140 gr di asiago
8/10 gherigli di noci
Miele d’acacia qb
Semi di lino qb
PROCEDIMENTO
Stendere la pasta sfoglia con tutta la carta dorno in uno stampo io ne ho usato  uno basso da 18/20 cm in pirex, tagliare a cubetti l’asiago e stenderlo sul fondo della sfoglia, quindi sbucciare le pere e tagliare anche loro a cubetti, versare in modo omogeneo i cubetti, spezzettare i gherigli di noce e disporli a raggiera sopra le pere, infine versare a pioggia il miele, io ho usato giusto il necessario a dare quel sapore particolare alla farcia. Infine dopo aver ripiegato su se stesso la pasta sfoglia che fuoriusciva dallo stampo, tagliare la carta in eccesso e spolverizzare di semi di lino sia la farcitura che il bordo infornare a 160° a forno già per circa 20 minuti, quando inizia a dorarsi è ora di spegnere il forno.
Servire fredda e GNAMMMMMM

 

Con questa ricetta partecipo al contest di samaf di DOLCIZIE e di Vicky di ARTE IN CUCINA nella sezione RUSTICI
 
IL PARADISO DELLA FRUTTA SECCA di Vale di Una fetta di paradiso

 

 

Paté di fegatini di coniglio

pate-di-fegatini-di-coniglio-cooking-dona
Paté di fegatini di coniglio
La ricetta del paté di fegatini  di coniglio è un antipasto classico della cucina toscana. È facile e veloce da preparare ed è un antipasto ideale per la tavola delle grandi feste Natale, Pasqua, Capodanno, ma nelle mie cene con gli amici è spesso presente nel menù. Ciò che mi piace in particolare di questo antipasto è che posso prepararlo anche il giorno prima, e si mantiene tranquillamente in frigo per 2-3 giorni. Mi è capitato anche di congelarlo perché ne avevo fatto molto, quando l’ho scongelato rigorosamente passandolo dal congelatore al frigorifero fino a completo scongelamento il sapore era inalterato, per un maggiore risultato in questo caso conviene scaldarlo leggermente.
Se avete difficoltà a reperire i fegatini di coniglio, potete utilizzare i fegatini di pollo (più utilizzati nella tradizione umbra in particolare ternana). La stessa ricetta ho provato a farla col fegato di maiale o di bovino, ma il risultato non è stato soddisfacente, per questi due ultimi tipi di fegato è meglio utilizzare altre ricette.
Nella preparazione del paté di fegato l’unica accortezza che si deve avere è quella di pulire bene i fegatini, io li lavo sotto l’acqua corrente, poi lasciarli a bagno per un paio d’ore cambiando spesso l’acqua, in ultimo sciacquare nuovamente i fegatini, cucinarli quando sono puliti dal sangue.

Lista della spesa

  • 630gr di fegato di coniglio
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano comprese le foglie
  • 1 cipolla dorata
  • 3 spicchi d’aglio
  • 4 foglie di  alloro
  • Erbe di Provenza e Rosmarino q. b.
  • Sale e pepe q. b.
  • 1/4 di bicchiere di vino bianco – io ho usato l’EST EST EST
  • 2 cucchiai di Aceto Balsamico – io IGP Vigna Bordò della Compagnia del Montale

Cuciniamo

  1. Lavare a lungo i fegatini di coniglio con acqua fredda facendo attenzione che sia tolto tutto il sangue.
  2. Poi mettere in una padella tutti gli ingredienti, tranne l’aceto balsamico, cuocere a fuoco basso finché non saranno cotti tutti gli ingredienti.
  3. Quindi lasciar freddare e frullare tutto ora aggiungere l’aceto balsamico ed amalgamare bene.
  4. Servire su crostini di pane, meglio se caldi.
Buon Appetito!!