Lenticchie con olive nere, pomodori secchi e scorza di limone – Lentils with black olives, Sun-dried tomatoes and lemon zest

Il 31 dicembre è sempre più vicino e un po’ tutti ci stiamo preparando a festeggiare la fine di questo 2013, dovendo fare un bilancio di come l’anno è iniziato e sta concludendo, sono molto contenta che stia arrivando un nuovo anno che spero sia portatore di maggiore fortuna e allegria per me i miei cari e per tutti voi che leggete le mie parole e ricette.
Questo è stato uno degli anni più difficili per me e molte persone che conosco, ma è inutile piangere sul latte versato, rimbocchiamoci le maniche e guardiamo il 2014 dritto negli occhi con tanta determinazione e voglia di fare!

Lascio a voi il mio più caro e sincero augurio per un UN FELICE  E PROSPERO 2014… questo oltre ad essere un augurio è anche il titolo di un contest organizzato dall’azienda Casale1485, a cui sono stata invitata a partecipare da Eva. Un invito molto gradito sia per l’onore di averlo ricevuto sia per la gioia che mi da poter parlare della mia amata Umbria … la terra a cui mi sento legata a filo doppio.

L’azienda Casale1485 è un’azienda dell’Umbria produce e commercializza legumi, cereali e olio extra vergine di oliva di eccellenza, 100% italiani. Tra i prodotti le famose lenticchie di Colfiorito ed è proprio a Colfiorito che l’azienda ha la sua sede… e questa è una zona davvero meravigliosa.

Sapete il motivo per cui la sera del 31 dicembre si mangiano le lenticchie? Bhè tutti sappiamo che le lenticchie portano fortuna, per questo è tradizione mangiarle l’ultimo dell’anno. La lenticchia, per la sua forma piccola tonda e schiacciata, infatti già in epoca romana, simboleggiava l’abbondanza e il denaro. Ogni lenticchia rappresenta una moneta, quindi più se ne mangiano prima della fine dei festeggiamenti e più soldi si avranno l’anno successivo, tant’è che in passato esisteva l’usanza di regalare, a fine anno, con l’augurio che si trasformassero in dobloni d’oro, una borsa detta Scarsella piena di lenticchie, … oltretutto le lenticchie sono ricche di ferro e sono anche molto proteiche, un volta erano uno dei piatti dei poveri, oggi sono una ricchezza non solo per la tradizione, ma anche per i valori nutritivi… detto questo forza a cucinare lenticchie e soprattutto a mangiarle… pancia mia fatti capanna!!

INGREDIENTI
250 gr di lenticchie di Colfiorito
3 cucchiai di carota, cipolla e sedano tagliati a dadini
la scorza di un limone
6/7 Pomodori secchi

1/3 di bicchiere di Grappa di Ciliegiolo per sfumare
2 cucchiai Olio extra vergine d’oliva più 1 cucchiaino per porzione
80 gr di Olive nere
Sale e Pepe q.b.
Pane Carasau
PROCEDIMENTO
Versare l’olio, la cipolla, la carota e il sedano tagliati a dadini in una padella aggiungere le lenticchie di Colfiorito e far tostare per qualche secondo, proprio come fareste per col riso. Sfumare con la grappa di Ciliegiolo quindi aggiungere due bicchieri di acqua per cuocere le lenticchie e la scorza di limone intera, in modo da poterla togliere a fine cottura. Aggiustare di sale e pepe.
Aggiungere le olive nere e i pomodori secchi se necessario aggiungere altra acqua fino a fine cottura.
Servire con un cucchiaino di olio extravergine e del pane carasau.Con questa ricetta partecipo al contest dell’azienda Casale1485 UNO SPLENDIDO E PROSPERO 2014 …. e questo è anche il mio augurio per tutti voi!

On 31 December is getting closer and a bit ‘ all we are preparing to celebrate the end of 2013, having to take stock of how the year has started and is ending, I am very glad that it is coming a new year that I hope to be a carrier of greater luck and cheer for me and my loved ones for all of you who read my words and recipes.
This was one of the most difficult years for me and many people I know, but it’s useless to cry over spilled milk, let us look at the sleeves and 2014 straight in the eye with a lot of determination and desire to do!
I leave you my dearest and heartfelt wishes for a happy and prosperous 2014 … This is not only a wish is also the title of a contest organized by the company Casale1485, to which I was invited to participate by Eva. A very welcome invitation is for the honor of having received both for the joy that I can talk about my beloved Umbria … the Earth to which I feel bound to double wire.
The Casale1485 company is a company Umbria produces and sells vegetables, cereals and extra virgin olive oil, 100% Italian excellence. Among the products the famous lentils of Colfiorito in Colfiorito is that the company has its headquarters … and this is a truly wonderful area.
Do you know why the evening of 31 December you eat lentils? Well we all know that lentils bring good fortune, for this is eating tradition new year’s Eve. The lentil, for its small round shape and squished, already in Roman times, symbolized the abundance and money. Each represents a lentil, then more if you eat before the end of the festivities and the more money you will have in the next year, so much so that in the past there existed the custom of giving away the end of the year, with the hope that became Gold Doubloons, a bag full of lentils called Tassets, … Moreover, lentils are rich in iron and protein, are also a time were one of the dishes of the poorToday I am a wealth not only for tradition, but also for nutritional values … said this strength to cook lentils and especially to eat them … my tummy made hut!!
INGREDIENTS
250 grams of lentils of Colfiorito
3 tablespoons carrot, onion and celery diced
the rind of a lemon
6/7 Sun-dried tomatoes
1/3 glass of Grappa di Ciliegiolo to fade
2 Tablespoons extra virgin Olive Oil plus 1 teaspoon per serving
80 g black olives
Salt and pepper to taste.
Carasau Bread
PROCEEDINGS
Pour the oil, onion, carrot and diced celery in a pan, add the lentils of Colfiorito and toast for a few seconds, just like you would for with rice. Deglaze with the grappa di Ciliegiolo and then add two glasses of water to cook the lentils and lemon zest, so you can remove when cooked. Season with salt and pepper.
Add the olives and dried tomatoes if necessary add more water until the end of cooking.
Serve with a teaspoon of olive oil and of the carasau bread.
With this recipe, I participate in the contest of the company Casale1485 a BEAUTIFUL and prosperous 2014 …. and this is my wish for all of you!

Risotto con gorgonzola e miritlli all’aceto balsamico

Il Natale si sta avvicinando sempre di più, ed è proprio bellissimo iniziare a studiare il menu con le ricette di Natale. Non so per voi ma questo periodo, si proprio i giorni prima di Natale che è vero sono frenetici, ma sapete amo particolarmente questi momenti in cui si “programma” quel giorno in cui tutta la famiglia si riunisce, in cui tutti con gioia e allegria sono riuniti intorno alla tavola in piena comunione.
Per quest’anno nelle Ricette di Natale ho pensato di proporvi un primo, un bel risotto velocissimo da preparare, anche se i tempi di cottura dipendono dal riso che si sceglie… risulta talmente cremoso che è proprio degno di un giorno di festa. Questa ricetta nasce proprio per preparare il menu del 24 o 25 …. La scelta ancora non l’ho fatta, ma noi ci siamo leccati i baffi, quando l’abbiamo mangiato.
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
80 gr di misto di riso integrali per persona
1 noce di burro
50 gr di gorgonzola
1/2 bicchiere di latte
2 cucchiai di Mirtilli all’aceto balsamico de Il Baggiolo  più un cucchiaino a persona per il piatto
PROCEDIMENTO
1 – Cuocere il misto di risi integrali in abbondante acqua salata come suggerisce la confezione.
2 – In una padella far sciogliere la noce di burro quindi versare il gorgonzola con il latte, girare di tanto in tanto finchè si forma una cremina lenta.
3 – Una volta cotto il riso scolarlo e versarlo nella padella con crema al gorgonzola.
4 – Dopo aver mescolato abbondantemente, aggiungere i mirtilli all’aceto balsamico e mantecare, facendo ridurre la crema al gorgonzola.
5 – Versare nei piatti aggiungere il cucchiaino di mirtilli all’aceto balsamico e servire.
Buon Appetito e ….. buon Natale!!

Torta Salata con Cipolle , Formaggio Spalmabile, Pomodori secchi – Pie with onions Philadelphia sundried tomatoes

Se sei alla ricerca di antipasti economici d’effetto per le cene con amici e parenti parenti o per i pranzi delle feste, questa torta salata è perfetta, segnati il link perché la farai e rifarai.

La torta Salata con cipolle, formaggio spalmabile e pomodori secchi è decisamente facile da preparare ed economica allo stesso tempo e risulta veramente molto gustosa. Inoltre ha una particolarità, non ho utilizzato il lievito o almeno non il lievito che siamo abituati a usare. Per questa torta salata infatti ho voluto ripercorrere le orme delle nostre nonne utilizzando il bicarbonato. Il risultato è un impasto molto elastico, che ben si presta a torte salate o pizze.

Pochi e semplici ingredienti per una torta salta dal risultato rustico e per nulla banale. Questa è la mia proposta, a voi il compito di giudicare.

Ho utilizzato negli ingredienti i Pomodori secchi all’olio extravergine dell’Azienda Agraria Duca Carlo Guarini, un connubio di tradizione tipicamente italiana e bontà, un prodotto di ottima qualità, di un’azienda che è una garanzia.

INGREDIENTI PER LA PASTA DELLA BASE

250 gr di farina 00
3/4 di cucchiaino di lievito
2 cucchiani da caffè di zucchero semolato
Sale q.b.
Salvia Cannamela q. b.
1 bicchiere d’acqua

INGREDIENTI PER LA FARCITURA
3 cipolle dorate
2 noci di formaggio spalmabile
Grani del Paradiso Cannamela q. b.
Sale q. b.
5/6 Pomodori secchi all’olio extravergine dell’Azienda Agraria Duca Carlo Guarini
Olio extravergine Olio extravergine di oliva Cellina Azienda Agricola Duca Carlo Guarini

PROCEDIMENTO
1 – In una terrina versare tutti gli ingredienti per la pasta della base, tranne l’acqua e mescolarli con cura, quindi aggiungere poco per volta l’acqua finché non sarà tutta incorporata. Se dovesse essere necessario aggiungere altra acqua o farina. Il risultato deve essere un impasto morbido ed elastico.
2 – Coprire la terrina con della pellicola alimentare e mettere a lievitare per circa 2/3 ore in frigorifero.
3 – Passato questo tempo porre la pasta su un foglio di carta da forno e stenderla con l’aiuto di un mattarello, ricavando un disco dello spessore di circa 2/3 mm.
4 – Spostare la carta forno con la pasta in una tortiera da 24 cm e modellarla lasciando i bordi alti.
e continuare a far lievitare, stavolta in forno spento con la luce accesa.
5 – A questo punto mondare le cipolle, cuocerle in una padella l’olio extravergine d’oliva e mezzo bicchiere d’acqua. Aggiungere a metà cottura il sale e i Grani del Paradiso macinati. Girare di tanto in tanto e se necessario aggiungere altra acqua. Le cipolle devono cuocere ma non devono seccare. 5 – Una volta cotte le cipolle, spegnere il fuoco ed aggiungere le 2 noci di formaggio spalmabile, mescolare finché il formaggio non sarà totalmente sciolto ed amalgamato.
6 – Versare le cipolle sulla base di pasta, aggiungere i pomodori secchi tagliati a pezzetti , coprire la farcitura con i bordi di pasta, quindi ungere i bordi con dell’olio extravergine d’oliva.
7 – Lasciar riposare la torta salata per circa 1 ora, quindi accendere il forno e portarlo a 200° infornare la torta e farla cuocere finché la pasta non sarà dorata, fare la prova stecchino, sfornare lasciare freddare per alcuni minuti tagliare la torta e servirla.

Buon Appetito!

This savory pie is perfect like appetizer for Christmas lunches or dinners, for dinner with friends and during a party. It’s definitely easy to prepare, inexpensive but very tasty . It also has a special feature, I have not used the yeast , or at least not as we used to know . I wanted to follow the teaching of my grandmother, in fact I used baking soda. The result is a very elastic dough, which is very usefull to savory pies or pizzas.A savory pie with few and simple ingredients for a rustic result. This is my proposal to you to judge.I used as ingredients the dried tomatoes with extra virgin oil by Azienda Agraria Duca Carlo Guarini, a typical combination of product high quality and traditional italian goodness, from a company that is a guarantee.

INGREDIENTS FOR THE DOUGH BASE
9 oz (250 g) of flour 00
3/4 teaspoon baking powder
2 teaspoons of sugar
Sale to taste
Dried sage to taste
1 glass of water

INGREDIENTS FOR THE FILLING
3 brown onions
2 walnut cream cheese
Pepper for example Grains of Paradise Cannamela to taste
Salt to taste
5 – 6 dried tomatoes with extra virgin oil Company Duca Carlo Guarini Farming
1 tablespoon of Extra virgin olive oil Cellina olive oil by Azienda Agraria Duca Carlo Guarini

PREPARATION
1 – In a bowl, pour all the ingredients for the dough base, except the water and mix fine, then add the water little by little until it is all incorporated . If you need, add one teaspoon at time of water if the dough is hard or flour if it is too liquid. Remember you the result should be soft and elastic dough.
2 – Cover the bowl with plastic wrap and let rise for about 2 – 3 hours in the refrigerator.
3 – After this time put the dough on a sheet of baking paper and roll out with the help of a rolling pin , obtaining a disc thick about 1⁄8 in.
4 – Now slide the parchment paper in a baking pan of 15-16in and cover high the sides with dough, then continue leavening, in the oven with the light on.
5 – At this point, clean the onions , cook them in a pan with the extra virgin olive oil and half cup of water. Add at half-cooked salt and ground pepper . Turn occasionally and add more water if necessary . The onions should be cooked but not dry.
6 – Once the onions cooked , turn off the heat and add the 2 nuts cream cheese , stir until cheese is completely melted and blended.
7 – Pour the onions on the basis of pasta, add the sun-dried tomatoes cutted in thin slice , cover the filling with the edges of the dough , then smear the edges with extra virgin olive oil .
8 – Allow the pie to rest for about 1 hour, then turn on the oven and take the cake bake at 400°F (200°C) and cook until the savoury pie until the surface is brown , do the toothpick test , let cool, then cut when it is lukewarm .
9 – Serve .

Buon Appetito !!

Involtini di pollo e culatello alla birra Extra Stout – Chicken roulade and culatello cooked with Extra Stout Beer

Buongiorno a tutti!!

La ricetta di oggi è una ricetta che mi è molto cara, è velocissima da preparare ma è di grande effetto e risulta molto saporita.
Chi non conosce il pollo alla birra? Conoscete qualcuno che non l’ha mangiato? E’ un piatto che fa parte della tradizione italiana, e questa versione che vi propongo è la  mia versione personalizzata, il risultato mi è piaciuto molto.
La mia versione del pollo alla birra è veloce e anche divertente da preparare, ho preparato degli involtini pollo con il culatello aromatizzandoli con la birra Extra Stout… e questa birra è la Minotauro di Birra Pasturana, che già conosciamo, questa è una birra molto versatile che mi conquista ogni volta che la gusto, è decisamente una birra fuori dal comune con le sue note di cioccolato e caffè tostato.
INGREDIENTI
1-2 fettine di petto di pollo per persona a seconda della grandezza
1-2 fette di culatello a seconda della grandezza per fetta di pollo, deve essere totalmente ricoperta di culatello
Un cucchiaio di olio evo
PROCEDIMENTO
Ricoprire totalmente ogni fettina di petto pollo con il culatello e arrotolarla su se stessa.
Adagiare ogni involtino, dal lato della chiusura degli involtini, su una padella antiaderente calda, questo passaggio fa si che il calore chiuda l’involtino senza dover usare uno stecchino.
Dopo qualche minuto aggiungere l’olio evo e spolverizzare con la salvia.
A metà cottura aggiungere un bicchiere di birra in modo da insaporire ed aromatizzare gli involtini.
Una volta cotti gli involtini toglierli da fuoco, quindi far ridurre la birra per poterla servire come salsa da accompagnare agli involtini.
Per rendere più coreografici gli involtini tagliarli a metà e servirli con con Minotauro di Birra Pasturana
Buon Appetito!
Hello everyone!!
Today’s recipe is a recipe that is very dear to me, is quick to prepare but is of great effect and is very tasty.
Who does not know the chicken with beer? Do you know someone who has not eaten? It is a dish that is part of the Italian tradition, and this version that I propose is my customized version, the result I really liked.
My version of chicken with beer is fast and also fun to prepare, I prepared the chicken roulade with culatello aromatizzandoli with Extra Stout Beer … and this beer is beer Minotaurodi Birra Pasturana, we already know, this is a very versatile that beer I conquers every time the taste, is definitely a beer out of the ordinary with its notes of chocolate and roasted coffee.
INGREDIENTS
1-2 slices of chicken breast per person depending on the size
1-2 slices of culatello, depending on the size for slice of chicken, must be completely covered with culatello
Mat Sage to taste – Salvia Cannamela.
1 bottle of beer Minotaurodi Birra Pasturana
A tablespoon of oil ages
PROCEEDINGS
Completely cover each slice of chicken breast with culatello and roll it up on itself.
Lay each roulade, closing side of spring rolls, on a hot frying pan, this step ensures that the heat close the wrap without using a toothpick.
After a few minutes add the evo oil and sprinkle with Sage.
Halfway through the cooking, add a glass of beer to taste and flavor the rolls.
Once cooked remove rolls from fire, then to reduce the beer to serve as a sauce to accompany the spring rolls.
To make more choreographic rolls cut in half and serve with beer Pasturana Minotaur
Bon Appétit!

Cioccolato caldo speziato di Natale – Gluten Free

Cioccolata calda speziata
Cioccolata calda speziata

Ed ecco che iniziano ad arrivare le ricette natalizie… come vi ho già detto amo questo periodo che è pieno di atmosfera e allegria.

La ricetta di oggi è un cioccolato caldo speziato perfetto per questo periodo dell’anno ed è una vera coccola, poi se è Gluten Free è anche meglio.

La cioccolata calda è un dolce a cui non si può rinunciare quando fa freddo, poi a Natale è ancora più golosa ed è favolosa da gustare con parenti ed amici in questo periodo dell’anno, magari davanti ad un bel film, oppure mentre si legge un buon libro.

Ho utilizzato la farina di riso che oltre ad essere senza glutine è ricca di amido e addensa perfettamente il cioccolato caldo, il mio consiglio è di dosare la farina di riso (rispetto alle dosi che trovate di seguito) a seconda di quanto si vuole densa la cioccolata. A me la cioccolata calda piace molto densa, per questo le dosi le propongo per una cioccolata da gustare con l’aiuto di un cucchiaino.
Se vi piace meno densa basta diminuire la quantità di farina di riso.

Lista della spesa per 2 persone

Le quantità delle spezie sono da considerarsi a seconda delle preferenze, a me piace molto speziata quasi piccante, quindi ho abbondato con esse.
  • 250 ml di latte parzialmente scremato
  • 1 cucchiaio di cacao in polvere amaro
  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • zucchero q. b.
  • cannella e zenzero in polvere in pari quantità
  • 1 generosa grattata di noce moscata
  • pepe nero macinato

Cuciniamo

  1. In un pentolino versare la farina di riso, il cacao, le spezie e lo zucchero.
  2. Versare a pioggia il latte e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.
    Porre il pentolino su un fuoco basso portando il cioccolato a sobbollire.
  3. Mescolare continuamente il composto fino al raggiungimento della densità desiderata.
  4. Versare il cioccolato nelle tazze.
  5. Servire caldo.
Volendo si possono aggiungere altre spezie in polvere per aumentare il gusto speziato.
Buon Appetito !!