Ghiaccia reale – ricetta e trucchi

La ghiaccia reale anche detta glassa reale o Royal Icing, è una glassa che serve per decorare biscotti torte e crostate, ma anche per per scrivere o per preparare decorazioni in 3D . È un preparato a base di albume, zucchero a velo e succo di limone che asciugandosi si indurisce.

ghiaccia-reale-cooking-dona
Usa le decorazioni di ghiaccia reale per decorare la tavola

Questa è una delle tecnica di decorazione da pasticceria che amo di più, perché si può dar sfogo alla fantasia. La ghiaccia reale, può assumere varie consistenze a seconda della quantità di zucchero a velo impiegato. Una ghiaccia più morbida servirà per glassare, una ghiaccia più dura invece per decorare. Una ghiaccia molto dura può infine essere utilizzata per realizzare animaletti od oggettini di zucchero, come ad esempio le roselline che si trovano sulle torte o sulle uova di Pasqua.

 

Con le decorazioni in ghiaccia reale si può decorare anche una tavola, come vedi in foto nella foto accanto. Ho preparato delle decorazioni di ghiaccia reale a forma di cuore per decorare la tavola per una cena romantica.

Per ottenere dei cuori più precisi li ho disegnati su un foglio di carta forno, poi l’ho girata per non far entrare in contatto la ghiaccia reale con la grafite della matita, ed ho iniziato a decorare.

 

Lista della spesa

  1. 2 albumi
  2. 420 g di zucchero a velo
  3. 4 cucchiai di succo di limone

 

Cuciniamo

  1. Versa nel cestello della Planetaria gli albumi il succo di limone e lo zucchero a velo setacciato per evitare i grumi, accendila e piano piano portarla a massima velocità.
  2. Monta il composto fino a quando si formeranno i “picchi” che altro non sono che ciuffi di glassa soda che si formano quando si alzano le pale.
  3. Non montare in modo eccessivo altrimenti si formeranno delle bolle d’aria che potrebbero creare problemi quando si usa la glassa.
  4. Trasferire in una sac a poche o in una siringa da pasticceria e inizi a decorare.

 

Piccoli Trucchi

Se Avete preparato più ghiaccia reale del previsto chiudetela ermeticamente in un contenitore o con della pellicola trasparente facendo attenzione di metterla a contatto diretto con la superficie della glassa. In questo modo si conserva perfettamente per 4-5 giorni in frigorifero. Al momento del nuovo utilizzo sarà pronta all’uso semplicemente tirandola fuori dal frigo e mescolandola.

Per decorare dolci, biscotti, cupcake, muffin o altre preparazioni è fondamentale che siano ben freddi, in genere li decoro il giorno dopo.

Una volta pronte le decorazioni lasciarle asciugare semplicemente all’aria.

Colorazione

La ghiaccia reale è naturalmente bianca, ma può anche essere colorata con i coloranti ad uso alimentare. Se decidete di colorare la ghiaccia, dividetela in tante ciotoline quanti sono i colori che dovete realizzare. Unire il colorante alimentare poco per volta, mescolando bene, aggiungendone, se necessario, per raggiungere la colorazione desiderata. Se con l’aggiunta del colorante (soprattutto se si usano coloranti liquidi), la ghiaccia risultasse troppo fluida, va bilanciata con altro zucchero a velo,  con i colori liquidi ricordatevi di aggiungere dello zucchero a velo. Per un migliore risultato utilizzare i coloranti in gel o io preferisco i coloranti in polvere.

Decorazioni

Per disegnare, scrivere, tracciare contorni o realizzare decorazioni in 3D utilizzare una sac a poche (io utilizzo sempre quelle usa e getta), e scegliere il becuccio più adatto all’utilizzo che si vuol fare. Io, ad esempio, ho un set completo di beccucci in acciaio che monto a seconda del risultato che desidero.

Ricordatevi: per disegnare, scrivere e tracciare contorni, utilizzare i beccucci di misura 1 e 2.

Buon Appetito!!

Crema al cioccolato senza uova e Gluten FREE

crema-al-cioccolato-senza-uova-gluten-free-cooking-dona-1
Crema al cioccolato senza uova e Gluten Free

Questa crema al cioccolato senza uova si prepara in pochissimi minuti. È una crema perfetta quando si ha poco tempo a disposizione in quanto si prepara molto velocemente. Ha una preparazione adatta a tutti, può essere considerata un jolly: un vero e proprio asso nella manica in quanto molto versatile, infatti può essere utilizzata come una farcitura per torte, come ho fatto io.

È una crema leggera ed ideale per contenere le calorie e per concedersi una coccola senza avere fastidiosi sensi di colpa

La crema al cioccolato senza uova, grazie alla sua velocità di preparazione, può  diventare uno sbrigativo ed ottimo dolce al cucchiaio, se servita con dei biscotti e granella di nocciole o meringhette oppure con del cioccolato fondente grattuggiato. 

Il sapore di questa crema è quello del cioccolato al latte, mi è piaciuta davvero moltissimo, talmente tanto che mi sarei mangiata la crema cucchiaiata dopo cucchiaiata.

Questa crema al cioccolato senza uova nasce qualche giorno fa,  avevo bisogno di una crema al cioccolato per un dolce. Non avevo le uova in casa, avevo i minuti contati ed ero senza macchina. Sono uscita per comprare le uova , ma nei negozi vicino casa, non ho trovato le uova con codice 0 o 1 e non le ho comprate, poiché le uniche uova che entrano nella mia cucina sono le uova biologiche o da allevamento all’aperto. Ero molto indispettita da questo “inconveniente”, ma come si dice necessità fa virtù, non sapendo come sostituirla ho ideato questa crema al cioccolato senza uova, già che c’ero, invece di utilizzare l’amido di mais o la farina ho scelto una farina senza glutine.

 

Lista della spesa

  • 500 ml di latte – io scremato
  • 80 g di cioccolato fondente al 72 %
  • 40 g di zucchero semolato
  • 60 g di farina di riso

 

Cuciniamo

  1. Grattugiare finemente il cioccolato
  2. Setacciare lo zucchero e la farina di riso
  3. Versare prima il latte in un pentolino poi a pioggia gli altri ingredienti
  4. Mescolare con una frusta fino al raggiungimento del bollore.
  5. Abbassare il fuoco e continuare a mescolare per un paio di minuti .
  6. Spegnere il fuoco ed utilizzare la crema come si desidera.

 

Buon appetito!!

Pollo impanato con broccolo verde cavolfiore

broccoli-cavolfiore-pollo-impanato-cooking-donaAlzi la mano a chi non piace il pollo, se poi è impanato croccante e buono… come si fa a resistere?
In realtà a me il pollo mi piace in tutti i modi in cui si può cucinare, e sono davvero infiniti, tutti differenti e tutti con un denominatore in comune, gustosissimi!!  Sta per arrivare ottobre e con lui i buonissimi broccoli e cavolfiore e poiché i piacciono molto anche loro, tempo fa ho pensato di cucinarli insieme. Il risultato del mio pollo impanato è  questo: una ricetta davvero facilissima e molto veloce da preparare. Oltrettutto risulta una ricetta molto leggera , un’ottima idea per secondo piatto perfetto anche per le cene a buffet.

 

Lista della spesa per 4 persone

Il broccolo e il cavolfiore devono essere della stessa quantità.

 

Cuciniamo

  1. Mondare lavare il broccolo verde e il cavolfiore quindi tagliarli a cimette.
  2. Cuocere entrambi in una vaporiera o nella pentola a pressione (io ho utilizzato la pentola a pressione per microonde).
  3. Tagliare a quadratini il petto di pollo ed impanarlo con la farina di mais e il preparato per impanatura.
  4. Versare in una padella capiente l’olio e l’aglio farli scaldare.
  5. Aggiungere all’olio il broccolo e il cavolfiore girarli bene e ripassarli per qualche minuto.
  6. Poi aggiungere il pollo alle verdure salare e pepare, mescolare frequentemente durante la cottura.
  7. Far cuocere fino a totale cottura del pollo, alzare un po’ la fiamma, per far “croccare” il tutto e far cuocere per 2-3 minuti continuando a mescolare.
  8. Impiattare e servire caldo.

BUON APPETITO!

Polpette di merluzzo e patate, una ricetta semplicissima e buonissima

polpette-di-merluzzo-e-patate-panato-pronto-mediterranea-cooking-dona
Polpette di merluzzo e patate

Preparare le polpette di pesce non è mai stato così semplice e veloce! Questa ricetta di polpette di merluzzo e patate è buonissima e molto versatile, puoi utilizzarla sia come secondo piatto sia come sfizioso antipasto oppure come pietanza per una festa! Inoltre sono perfette per l’alimentazione dei bambini, d’altronde si sa i bambini adorano le polpette in tutte le loro varianti, che siano di carne o di pesce e perché no anche di legumi :D. Queste polpette di merluzzo e patate sono perfette per far mangiare a tutti il merluzzo in modo divertente e sano

Le polpette di merluzzo e patate sono molto gustose e saporite sebbene sia molto leggere. Per questo sono ideali anche per mangiare qualcosa di molto sfizioso quando si è a dieta, senza fare sgarri né fuoriuscire dagli schemi alimentari da seguire. Perché fondamentalmente con le polpette non si sbaglia mai!! Si mettono sempre d’accordo tutti grandi e piccini, l’importante è scegliere bene gli ingredienti da utilizzare, non troppo calorici, con una la cottura in forno, senza troppi grassi aggiunti.

Io le ho cotte in forno, il numero delle polpette dipende dalla dimensione delle polpette, polpette più piccoline sono più adatte ad un antipasto o come finger food.

 

Lista della spesa

 

Cuciniamo

  1. Mondare e lavare le patate quindi lessarle. ( io le cuocio al vapore nel microonde)
  2. Lessare a parte il merluzzo mondarlo dalle lische e sminuzzarlo.
  3. Schiacciare le patate con l’aiuto di una forchetta.
  4. Aggiungere alle patate tutti gli ingredienti e una parte del panato pronto.
  5. Amalgamare tutti gli ingredienti ottenendo un composto omogeneo.
  6. Formare delle polpettine e impanarle nel preparato di Panato Pronto quindi cuocerle.

 

Le polpette di possono cuocere sia in forno a 160° per circa 10/15 minuti oppure si possono friggere. 

Buon Appetito!!

Hummus di ceci: le mie ricette con e senza tahina

hummus-di-ceci-cooking-dona
Hummus di ceci

L’Hummus è una meravigliosa salsa che è generalmente ottenuta unendo ceci olio, limone, spezie (a seconda delle versioni ), con una crema di semi di sesamo o burro di sesamo nota come tahina.

 

La tahina si ottiene tostando i semi di sesamo delicatamente per evitare che inaspriscano, poi tritati, la farina ottenuta si allunga con olio di sesamo fino a formare una pasta, simile al burro di arachidi ma con una consistenza più fluida. Si trovano moltissime marche in commercio, la cui consistenza è più o meno densa, io generalmente utilizzo una tahina biologica.

La tahina ha un sapore tipicamente di noci ha un aroma che ricorda quello delle arachidi, ma è meno dolce e con una nota tostata.

L’hummus è una tipica salsa della tradizione medio orientale è una densa a base di legumi per la precisione ceci. Viene utilizzata come accompagnamento per molti piatti ed è sempre più diffusa anche nella gastronomia occidentale e sai che ti dico io me ne sono letteralmente innamorata,  da quando ho iniziato a prepararla ha ottenuto un posto privilegiato nelle mie serate con amici e parenti ed ora non potremmo io, la mia famiglia ed i nostri amici farne a meno.

L’Hummus è una salsa buonissima oltre che sana, si serve come antipasto od in accompagnamento a molte verdure cotte e crude soprattutto in Libano, in Turchia e in Israele è utilizzato anche nelle cucine indiana, greca, maltese. Io ho assaggiato sia quella indiana che greca che maltese, ma è la versione libanese, quella che ho provato ad Abu Dhabi che a tutt’oggi preferisco nel modo più assoluto.

Semplicissima nella preparazione e versatile si abbina a diverse ricette, l’hummus ha conquistato un posto di tutto rispetto anche sulle tavole europee ( la mia per prima 😀 ) ed è adatto anche a chi segue una dieta vegetariana o vegana, insomma mette d’accordo proprio tutti. Inoltre è un piatto estremamente economico ed è perfetta per “riciclare” i ceci se avanzano lessati.

Andiamo a vedere come prepararla, io l’ho appena fatto …. l’hummus si mantiene in frigo per 3-4 giorni. Generalmente utilizzo i ceci secchi, ma a volte mi è capitato di fare l’hummus con i ceci in scatola, nessuno ha notato la differenza, ho fatto l’hummus anche con i ceci neri, una bontà unica e totale!!

Io utilizzo solo pochissimi ma saporiti ingredienti 😉

 

Lista della spesa

  • 240 gr di ceci in scatola oppure 100 di ceci secchi
  • 2 cucchiai di olio evo
  • il succo di 1/2 limone 1 se è piccolo – io biologico
  • 2 cucchiai di tahina – io biologica
  • sale se necessario – io sale dolce di Cervia

Cuciniamo

  1. Se usi ceci secchi mettili in ammollo in acqua fredda per un giorno (24 ore) con il doppio del loro volume di acqua, quindi scolali e risciacquali. Cuocili per circa mezz’ora in una pentola a pressione con abbondante acqua salata, oppure puoi lessarli per 50 minuti in una normale pentola, fino a che non diventeranno teneri.
  2. Se usi i ceci in scatola scolali dall’acqua di vegetazione e sciacquali bene.
  3. Metti nel mixer i ceci con due o tre cucchiai di acqua, aggiungi gli altri ingredienti tranne l’olio d’oliva evo e frulla bene fino ad ottenere una bella crema liscia ed omogenea.
  4. Se vedi che la crema risulta troppo densa allungala con dell’acqua, tieni conto che in frigorifero tende ad addensare .
  5. Versa la crema nella ciotola da portata o nel contenitore, aggiungi l’olio d’oliva evo ed amalgama bene.

L’Hummus è pronto ed a seconda dei vostri gusti, puoi cospargere l’hummus con prezzemolo tritato o peperoncino o paprika io lo preferisco liscio.

 

Ed ora la ricetta della mia versione dell’humus senza tahina.

 

Lista della spesa

  • 240 g di ceci in scatola oppure 100 di ceci secchi
  • 2 cucchiaini di semi di sesamo
  • 1 cucchiaino e mezzo di semi di cumino
  • Sale q. b.
  • Peperoncino possibilmente fresco e qualità habanero (dona un gusto che ricorda i peperoni)
  • Aglio q. b.
  • Prezzemolo tritato q. b.
  • Scorza di limone grattugiato q. b.
  • 1 o 2 cucchiai di Olio Agrumato al Limone Duca Carlo Guarini
  • Acqua di cottura dei ceci q. b.

 

Cuciniamo

  1. Se usi ceci secchi mettili in ammollo in acqua fredda per un giorno (24 ore) con il doppio del loro volume di acqua, quindi scolali e risciacquali. Cuocili per circa mezz’ora in una pentola a pressione con abbondante acqua salata, oppure puoi lessarli per 50 minuti in una normale pentola, fino a che non diventeranno teneri.
  2. Se usi i ceci in scatola scolali dall’acqua di vegetazione e sciacquali bene.
  3. Scolare i ceci e versali nel mixer aggiungi gli altri ingredienti e uno o due cucchiai di acqua di cottura.
  4. Frullare fino ad ottenere una crema omogenea, se dovesse essere necessario aggiungere altra acqua di cottura.
  5. Servire a piacimento caldo tiepido o freddo su pane bruscato, pane carasau o crostini.

 

Buon Appetito !!