Ciambellone tricolore con estratto di vaniglia

Il ciambellone bicolore al cioccolato è uno dei dolci della tradizione italiana che più ricordano i bei momenti passati in famiglia. Il ciambellone in particolare quello bicolore è uno dei classici dolci per la colazione o la merenda.

Mi domando se anche a te come a me il ciambellone in particolare quello bicolore ricorda l’infanzia e i dolci della domenica e per la precisione la torta variegata della nonna?Eppure ricordi a parte la ricetta di oggi non è un ciambellone bicolore bensì o la torta variegata della nonna anche se ci avvicina molto. La ricetta di oggi è un ciambellone tricolore con un gusto differente per ognuno dei tre colori.

Questa ricetta è per un ciambellone soffice e morbido adatto ad ogni momento della giornata con un sapore differente ad ogni fetta. Come ti ho anticipato questo quando si mangia questo ciambellone si assaggiano tre gusti differenti fra l’altro tutti con un elemento in comune che è la vaniglia.

  • La prima parte è bianca, semplice ma molto gustosa.
  • La seconda con l’orzo solubile ha un gusto differente dal solito, ma davvero buonissimo.
  • La terza col cacao amaro ricorda molto una tavoletta di fondente.
Ciambellone tricolore nella tortiera della Paneangeli

Per questo ciambellone ho usato il bellissimo stampo che ho vinto partecipando al concorso della Paneangeli La magia ti premia, è arrivato a casa da poco tempo e l’ho voluto subito utilizzare con questa torta che è risultata davvero buonissima.

Per questa torta tricolore ho preferito preparare gli impasti separatamente in modo da avere le dosi precise per ogni colore.

Lista per la spesa

Impasto bianco

  • 1 uovo
  • 50 g di zucchero
  • 20 g di burro
  • 5 g di lievito
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 100 g di farina di tipo 2
  • 40 g di latte + 20 g di acqua
  • 10 g di farina di riso o fecola di patate

Impasto medio

  • 1 uovo
  • 50 g di zucchero
  • 20 g di burro
  • 5 g di lievito
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 100 g di farina di tipo 2
  • 40 g di latte + 20 g di acqua
  • 10 g di orzo solubile

Impasto scuro

  • 1 uovo
  • 50 g di zucchero
  • 20 g di burro
  • 5 g di lievito
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 100 g di farina di tipo 2
  • 40 g di latte + 20 g di acqua
  • 10 g di cacao amaro

Zucchero a velo q. b. per spolverizzare la superficie del ciambellone

Io ho utilizzato una farina di tipo 2 per questo ho utilizzato molti liquidi per rendere l’impasto più soffice da lavorare. Se utilizzi una farina più raffinata versa i liquidi poco per volta per evitare di avere un impasto troppo liquido.

Ciambellone tricolore sofficissimo e morbido

Cuciniamo

Il burro deve essere morbido per poterlo lavorare bene, per questo motivo va tirato fuori dal frigo con almeno 30 minuti di anticipo. Il mio consiglio è quello di pesare le tre porzioni di burro e di riporre il restante in frigo, dopo aver imburrato lo stampo.

Il procedimento di preparazione dell’impasto è  lo stesso per tutti e tre i colori dell’impasto, per questo motivo lo scrivo solo una volta.

  1. Montare il burro con lo zucchero l’uovo e l’estratto di vaniglia.
  2. Aggiungere il lievito e la farina mescolando continuamente ed infine prima il latte poco per volta e per ultima l’acqua.
  3. Continuare a montare finché il composto non risulta ben omogeneo. Più monti l’impasto più incorpora aria e più diventa soffice.
  4. Dopo aver preparato tutti e tre gli impasti portare il forno alla temperatura di 180° in modalità statico e imburrare lo stampo per ciambelloni.
  5. Io ho versato tutti e tre gli impasti sul fondo dello stampo, ma puoi versarli con la modalità che preferisci così da renderlo variegato creando dei giochi di colore e sapore una volta tagliata la fetta.
  6. Una volta versati gli impasti nello stampo informare infornare e cuocere per 30 minuti.
  7. A questo punto fare la prova stecchino, se superata spegnere il forno e lasciare il ciambellone in forno chiuso e spento se si vuole far dorare un po’ la superficie.
  8. Quindi sfornare e sformare.
  9. Se lo stampo come nel mio caso è decorato sul fondo rovesciarlo prima di spolverizzato a piacere di zucchero a velo.
  10. Servire freddo.

Buon Appetito!!

Ciambellone tricolore

Torta di kiwi a pezzi semplice, soffice, facile e veloce

Questa torta di kiwi a pezzi è un dolce con la frutta nell’impasto e sulla superficie semplice veloce e facile da preparare e buonissimo. È un dolce per la colazione o per una merenda sana, perfetto anche come dessert.

I dolci con la frutta nell’impasto mi piacciono in modo particolare in quanto trovo siano adatti a qualsiasi momento della giornata oltre al fatto che sono l’ideale per chiudere un pranzo o una cena informale con gli amici.

Le torte con la frutta fresca inoltre sono un ottimo metodo per consumare la frutta quando inizia ad essere troppo matura, così da avere una spesa sostenibile e senza sprechi. Questa torta di kiwi infatti nasce proprio perché avevo in casa dei kiwi maturi, nel mio caso sono dei kiwi non trattati che ci hanno regalato i nostri amici Ste Ale e Leo, buonissimi e molto saporiti.

Torta di kiwi a pezzi

La torta di kiwi a pezzi è davvero molto semplice e veloce da preparare, basta una frusta e una ciotola capiente per montare l’impasto. L’unica accortezza che consiglio di prendere è quella di tirare fuori dal frigorifero il burro qualche ora prima, in modo che sia molto morbido e facile da lavorare a mano con la frusta. A tua scelta puoi utilizzare le fruste elettriche o la planetaria per la preparazione del dolce, farai incorporare più aria nell’impasto e la torta risulterà ancora più soffice.

Un altro consiglio che ti do è quello di non tagliare i kiwi a cubetti tutti uguali, alcuni falli più piccoli in modo farli quasi sciogliere durante la cottura, il dolce sarà ancora più gradevole quando si gusta.

Lista per la spesa

  • 150 g di zucchero
  • 80 g di burro morbido
  • 3 uova – io biologiche
  • 240 g di farina W 180
  • 60 g di farina di riso
  • 1 bustina di lievito – io senza vaniglina
  • 60 g di latte
  • 2 kiwi tagliati a cubetti + 3 kiwi tagliati a fettine per decorare
  • Zucchero a velo a piacere – io non l’ho messo

Io ho utilizzato dei kiwi piccoli e molto maturi

Cuciniamo

  1. Lavorare lo zucchero con il burro morbido.
  2. Aggiungere un uovo alla volta passando al successivo solo quando il primo è stato totalmente incorporato.
  3. Aggiungere il lievito.
  4. Quindi la farina e il latte mescolando fino a ottenere un composto liscio omogeneo e senza grumi.
  5. Versare nel composto i kiwi tagliati a cubetti mescolando delicatamente.
  6. Ricoprire di carta forno uno stampo e versarvi il composto, decorare con i kiwi tagliati a fettine.
  7. Cuocere in forno preriscaldato a 180° in modalità ventilato per 35 minuti, quindi fare la prova stecchino, se non dovesse risultare cotta continuare a cuocere.

I kiwi come tutta la frutta tendono a rendere umida la torta tienine conto quando fai la prova stecchino.

Consiglio: Per stendere meglio la carta forno nello stampo io la bagno e la strizzo delicatamente.

Buon Appetito!!

Torta con i kiwi maturi
Torta di kiwi semplice veloce e soffice

Pancake di fagioli neri

Oggi ti propongo dei pancake di fagioli neri, oltre a essere gustosissimi risultano molto soffici con un delizioso retrogusto che ricorda la castagna che dona ai pancake quel quid in più.

Ormai l’avreste capito a casa mia i pancake piacciono moltissimo!

In questa ricetta ho utilizzato 50 g di zucchero, ma secondo me risultano un po’ dolci, puoi dimezzare le dosi. Ma volendo lo zucchero può essere solo accennato mettendo appena 15 g.  Con una minima dose di zucchero i pancake possono essere ottimi anche come accompagnamento per salse salate.

Lista per la spesa

  • 200 g di fagioli neri cotti
  • 150 g di farina (io manitoba)
  • 2 uova (io biologiche)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 130 g di latte
  • 50 g di zucchero (la prossima volta per me 15 g)
  • 1 cucchiaio di olio di semi di girasole

Cuciniamo

  1. Frullare i fagioli fino ad ottenere una crema vellutata.Unire gli altri ingredienti uno per volta a frullare per ottenere una impasto ben omogeneo.U
  2. Ungere una padella antiaderente con dell’olio e farla scaldare.
  3. Versare due cucchiai d’impasto, per ogni pancake.  Se vuoi dei pancake più grandi utilizza 3 cucchiai d’impasto per pancake.
  4. Cuocerli 1 minuto per lato o finché non risultano dorati.
  5. Servire

Puoi accompagnare i pancake con sciroppo d’acero, crema alle nocciole o frutta fresca e cioccolato.

Buon Appetito!!

Pancake proteici di fagioli neri

Treccia di Pan Brioche tricolore al cacao con metodo Tang Zhong

Il Pan Brioche è uno dei lievitati che ho sempre pensato fosse impossibile da fare per me. Ma mi sbagliavo e molto. Se vai a curiosare nelle pagine del blog troverai altre ricette di Pan brioche, ma nessuna come quella di oggi, già perché questo è un Pan brioche con il trucco. È un Pan brioche preparato con il metodo Tang Zhong

Un paio di giorni fa ti ho parlato del metodo Tang Zhong qui. Scoperto per caso e subito amato. Una cosa che mi ha subito colpito è la facilità di lavorazione che ho riscontrato nella preparazione dell’impasto. Sarà stato il burro sarà stato l’uovo sarà stato il metodo Tang Zhong o tutti e tre assieme, ma questo impasto era così morbido fra le mani che mi ha conquistata totalmente.

La treccia pan brioche al cacao di oggi non è difficile da realizzare è solo un po’ laboriosa. L’unica accortezza sta nel pesare l’impasto quando si deve dividere nelle tre porzioni per far si le sfoglie siano tutte e tre delle stesse dimensioni. Se ci sono riuscita io potete farcela tranquillamente anche voi, credetemi! È più lunga a leggersi che a farsi questa ricetta. Chi mi segue da molto tempo sa come io ami le ricette semplici e veloci da preparare e organizzare, ma di impatto al gusto e negli abbinamenti, eppure ogni tanto mi piace cimentarmi, in lavorazioni più complesse e intriganti come in questo caso.

Ok mi sono dilungata moltissimo, è ora di scoprire la ricetta e la sua preparazione

Lista per la spesa

Per il Water Roux

  • 125 g di acqua
  • 25 g di farina – io Manitoba

Per l’impasto del pan brioche

  • 250 g di farina Manitoba
  • 200 g di farina di semola integrale rimacinata
  • 70 g di zucchero – volendo puoi aumentare la dose ciao a 100 g se preferisci un sapore meno “fondente”
  • 60 g di burro morbido
  • 1 bustina di lievito di birra secco
  • 140 g di latte – io scremato
  • 1 uovo
  • Estratto di vaniglia a piacere
  • 1 pizzico di sale (io non l’ho messo)

Per colorare le tre porzioni di pan brioche

  • Per la prima porzione 30 g di farina di riso
  • Per la seconda porzione 15 g di farina di riso + 15 g di cacao amaro per la seconda porzione di impasto, miscelati e setacciati + un goccio di latte se necessario

Se vuoi un distacco più fra le tre colorazioni finali puoi anche mettere 20 g di farina di riso e 10 g di cacao amaro.

  • Per la terza porzione 30 g di cacao amaro setacciato per la terza porzione d’impasto + un goccio di latte se necessario

Cuciniamo

Preparare per prima cosa il water roux

  1. Versare in un pentolino l’acqua.
  2. Setacciare la farina e versarla lentamente per evitare di formare grumi.
  3. Mescolare continuamente, io preferisco utilizzare una frusta, finché non si formano le righe e non si vede il fondo del pentolino. Sarà pronta quando sembrerà una specie di besciamella lucida.
  4. Travasare il water roux.
  5. Continuare a mescolare finché non si fredda, coprirlo a contatto con una pellicola e spostarlo in frigo per almeno 6 h.
  6. Poi tirarlo fuori, far passare 2 h prima di utilizzarlo.
  7. La besciamella iniziale si è trasformata in composto gelatinoso.

Fatto il water roux si procede con la preparazione del pan brioche

  • Nel cestello dell’impastatrice (o sulla spianatoia se preferisci impastare a mano, ma sarà un lavoro tosto) versare la farina Manitoba e semola integrale rimacinata, lo zucchero, il lievito e il water roux lavorarlo per almeno 2 minuti.
  • Aggiungere il sale e l’estratto di vaniglia e il latte a filo e lavorare fino all’incordaduta, ossia deve formare la palla.
  • Ora aggiungere poco per volta il burro morbido a pezzetti finché non verrà totalmente assorbito.
  • Pesare l’impasto e dividerlo in tre parti uguali per procedere con la colorazione.
  • Partendo dall’impasto bianco, per non sporcare il cestello e di conseguenza l’impasto con il cacao.
  • Trasferire la prima porzione di impasto nel cestello dell’impastatrice aggiungere la farina di riso e farla incorporare. Quindi spostare l’impasto in un contenitore coperto.
  • Passare ora il secondo impasto con la farina di riso e il cacao amaro nel cestello, farli assorbire come nel primo caso. Se necessario aggiungere un goccio di latte (giusto un goccino per non far indurire l’impasto) e spostare in contenitore coperto.
  • Quindi procedere col terzo impasto aggiungendo il cacao amaro, e se necessario il latte.
  • Far lievitare per circa 1 h.
  • Quindi prendere l’impasto bianco e stenderlo su un foglio di carta forno realizzando un sottile rettangolo (foto 1).
  • Fare lo stesso procedimento con l’impasto di colore medio e disporlo sul rettangolo bianco (foto 2).
  • È la volta del terzo dopo averlo steso spostarlo sopra gli altri due (foto 3).
  • I tre impasti devono coincidere il più possibile.
  • Ora con l’aiuto di un tarocco fare due tagli paralleli ai lati più lunghi del rettangolo (come nella foto 3). Si devono ottenere 3 rettangoli lunghi e sottili.
  • Piegare gli impasti su se stessi, come da foto, tutti e tre nello stesso verso (foto 4).
  • Formare la treccia lasciando i lati scuri verso l’alto (foto 5).
  • Piegare i bordi sotto la treccia e spostarla nello stampo, io ho usato uno stampo da plumcake (foto 6 e 7).
  • Far lievitare fino al raddoppio del volume.
  • Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti.

A me piaceva il pan brioche”rustico” quindi non lo spennello in superficie, il risultato è stato un bordo più croccante.

Buon Appetito!!

Foto 1: Prima porzione di impasto
Foto 2: Seconda porzione di impasto, di colore medio posizionata su quella chiara
Foto 3: Terza porzione d’impasto posizionata sulle altre due sfoglie, con i tagli longitudinali
Foto 4: Piega le tre porzioni di sfoglie tutte e tre nello stesso verso
Foto 5: I tagli devono essere tutti rivolti verso l’alto
Foto 6: I lembi scuri tutti verso l’alto
Foto7: ripiegare le estremità sotto la treccia e spostarlo nello stampo da plumcake

Ricetta svuotafrigo: Pancake allo yogurt senza uova burro e senza bilancia

I pancake con yogurt senza uova né burro ti stupiranno per la loro sofficità e bontà esattamente come hanno stupito me. Sono veramente molto semplici da preparare e non hai nemmeno bisogno della bilancia per pesare gli ingredienti. Di ricette di pancake in rete ce ne sono davvero moltissime, dolci e salate vegane e non, io stessa ne ho fatte parecchie. Come avrai capito mi piace sperimentare molto, mi diverte creare nuovi abbinamenti e sapori e devo dire che questi pancake allo yogurt senza uova né burro, nati perché avevo due vasetti di yogurt prossimi alla scadenza, che volevo utilizzare subito, si sono rivelati un’ottima e divertente ricetta svuotafrigo.

Puoi usare lo yogurt che preferisci, se lo scegli alla frutta ti consiglio quello con la frutta frullata, l’impasto risulterà più liscio.

Lista per la spesa

  • 2 vasetti di yogurt – io alla banana frullata
  • 2 cucchiai di olio di semi + quello per ungere la padella- io olio di semi di mais
  • 4 cucchiaini rasi di zucchero
  • 1 cucchiaino da caffè di bicarbonato
  • 3 cucchiai di farina – io tipo 1

I miei cucchiai di farina erano molto carichi

Cuciniamo

  1. Travasare lo yogurt in una ciotola
  2. Aggiungere l’olio di semi. lo zucchero e il bicarbonato. Facendo attenzione di incorporarli uno per volta prima di passare all’ingrediente successivo. Io ho usato un cucchiaio per mescolare.
  3. Versare un cucchiaio di farina alla volta in un setaccio (io ho usato un colino capiente), intervallando l’operazione di setacciare a quella di mescolare il composto, per non far formare grumi. Procedere così fin quando si è unita tutta la farina.
  4. Lasciare riposare l’impasto.
  5. Nel frattempo ungere una padella con l’olio e scaldarla, quindi procedere con la cottura.
  6. Versare un cucchiaio di impasto per pancake, cuocere due minuti per lato.
  7. Servire caldo o freddo

Ricordati di aggiungere all’impasto un ingrediente alla volta avendo cura di incorporarlo bene prima di passare all’ingrediente successivo.

Se usi una farina senza glutine, io ho usato quella di riso, non è necessario setacciarla, ma ricorda di metterne un cucchiaio alla volta nell’impasto incorporandola bene prima di aggiungere il cucchiaio successivo.

Puoi farcire questi golosi pancake con quello che preferisci. Noi li abbiamo gustati al naturale.

Buon Appetito!!