Schiacciata di ceci e pomodoro – ricetta vegana e senza glutine

La schiacciata di ceci e pomodoro, è un piatto gustoso e saporito è molto simile alla farinata di ceci ma risulta più croccante ed è una ricetta che faccio molto spesso quando abbiamo amici celiaci.

Nell’aspetto ricorda molto la classica schiacciatina, ma in realtà gli ingredienti invece sono totalmente differenti, in quanto contiene solo la farina di ceci. È una ricetta semplice, buona è velocissima da preparare.

Questa è una ricetta che nasce senza sale aggiunto, se vuoi puoi aggiungere il sale a piacere.

Schiacciatina di ceci e pomodoro - ricetta vegana e senza glutine

Lista per la spesa

  • 400 g di farina di ceci
  • 170 g di passata di pomodoro
  • 30 g di olio evo + quello per la superficie
  • 500 g di acqua
  • 1 ciuffetto di rosmarino fresco tritato  (puoi usare anche quello secco) + più quello per la decorazione
  • Aglio in polvere q. b.
  • Semi di sesamo q. b.

Cuciniamo

  1. Mescolare tutti gli ingredienti senza i semi di sesamo e parte del rosmarino per la decorazione. Ti consiglio di mescolare prima gli ingredienti secchi poi di aggiungere quelli liquidi.
  2. Oliare uno o tre stampi versare il composto ottenuto dividendolo in tre parti.
  3. Aggiungiere ancora un filo d’olio per rendere la superficie un po’ più croccante i semi di sesamo e un po’di rosmarino.
  4. Portare il forno in modalità statico a 220° e infornare.
  5. Cuocere la schiacciatina di ceci in forno statico a 220 gradi per 30-40 minuti.
  6. Servire calda o come preferisci tiepida o fredda.

Puoi cuocere le finte schiacciatine di ceci in contemporanea utilizzando tre stampi differenti oppure cuocere separatamente utilizzando un singolo stampo. Più largo è lo stampo più verrà bassa e croccante la schiacciata di ceci

Schiacciata di ceci e pomodoro - ricetta vegana e senza glutine

Buon Appetito!!

Schiacciata di ceci e pomodoro - ricetta vegana e senza glutine

Polpette vegetariane senza glutine di fagioli cannellini, broccolo e zucchine

Oggi ti propongo delle polpette vegetariane senza glutine di fagioli cannellini, broccolo e zucchine. Le polpette sono un ottimo metodo per preparare un piatto per le cene o pranzi con parenti e amici, si possono preparare prima e piacciono a tutti piccoli e grandi.

A me piace servire queste polpette vegetariane di fagioli cannellini broccolo e zucchine, con una salsa yogurt di cui ti lascio la ricetta in fondo al post oppure con un ragù di verdure.

Questa ricetta prevede l’utilizzo del torsolo del broccolo che è molto saporito, ma spesso per molte ricette viene scartato.

Questa è una ricetta che nasce senza sale aggiunto, se vuoi puoi aggiungere il sale a piacere, ma ti consiglio prima di assaggiare l’impasto.

Polpette vegetariane senza glutine di fagioli cannellini, broccolo e zucchine

Lista per la spesa

  • 500 g di cannellini cotti
  • Il torsolo di un broccolo
  • 1 zucchina grande
  • 80 g di formaggio grattugiato
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di dado vegetale granulare – qui trovi la mia ricetta
  • Prezzemolo q. b.
  • 4- 6 fette di pan bauletto a seconda della dimensione – il mio era piccolo e senza glutine
  • Farina di polenta q. b.
  • 1 filo d’olio per la cottura

Cuciniamo

  1. Lessare il torsolo del broccolo tagliato a dadini e farlo freddare dopo averlo scolato.
  2. Nell’acqua del torsolo lessare la zucchina sempre tagliata a dadini, scolarla bene.
  3. Frullare i fagioli con il torsolo del broccolo l’uovo il dado vegetale granulare e il prezzemolo. Spostare il composto in una capiente ciotola.
  4. Frullare metà delle zucchine tiepide con il parmigiano, quindi aggiungerle ai fagioli frullati.
  5. Il resto della zucchina frullarlo con il pane e spostarlo nella ciotola con il composto.
  6. Amalgamare bene e lasciar riposare l’impasto per almeno 30 minuti. Durante il tempo di riposo il composto si compatterà.
  7. Dopo il riposo il composto sarà molto compatto, se così non fosse aggiungere all’impasto della farina di mais (farina per polenta molto fine). Dopo aver incorporato la farina lasciar riposare per circa 10 min.
  8. Versare in una ciotola della farina di polenta, bagnarsi le mani e formare le polpette dandogli una forma approssimativa.
  9. Una volta finito di fare le polpette, ricominciare da capo passando la prima polpetta, andando avanti fino all’ultima, nella farina di polenta definendone la forma. Io le ho fatte a sfera e l’ho schiattate sui lati, attendo una forma cilindrica.
  10. Disporre le polpette sulla carta forno e passarvi sopra un filo d’olio evo.
  11. Cuocere in forno a 180° per 30 minuti.
  12. Servire calde o fredde.

Le mie polpette risultano crepate in superficie perché le ho lasciate nel forno caldo a fine cottura, ma nonostante le crepe erano buonissime.

Per gustare le polpette al meglio puoi preparare un ragù di verdure in cui tuffare le polpette o in alternativa una salsa yogurt.

La salsa yogurt si prepara velocemente mescolando assieme

  • 1 vasetto da 125 g di yogurt al naturale
  • 1 cucchiaio di senape di Digione (io uso quella con grani)
  • Prezzemolo tritato a piacere
  • 1 pizzico di aglio in polvere
  • Sale q. b.

Buon Appetito!!

Polpette vegetariane senza glutine di fagioli cannellini, broccolo e zucchine
Polpette vegetariane senza glutine di fagioli cannellini, broccolo e zucchine

Polpette vegan di broccoli e fagioli borlotti con mandorle, senza glutine

Le polpette sono buone in tutti i modi, ma le polpette di broccoli e fagioli borlotti con mandorle sono un piatto delicato, leggero e molto veloce da preparare. Quelle di oggi sono una versione vegana e senza glutine, quindi davvero adatta a tutti. Perfette per un antipasto per le feste se fai delle polpettine finger food oppure come secondo.

Lista per la spesa

  • 1 testa di broccolo compreso il gambo
  • 230 g di fagioli borlotti
  • 50 g di farina di mais (polenta) + quella per la panatura
  • 50 g di mandorle
  • 20 g di farina di ceci
  • 2 cucchiaini di dado vegetale granulare – io il mio, qui la ricetta
  • Paprika affumicata a piacere
  • Sale q. b. – io non l’ho messo
  • 1 cucchiaio di olio evo + quello per la cottura

Cuciniamo

  1. Lessare il broccolo dopo averlo mondato e lavato.
  2. Frullarlo assieme ai fagioli e aggiungere l’olio evo il dado vegetale granulare e se lo usate una presa di sale.
  3. A parte frullare finemente la farina di mais con la farina di ceci, le mandorle e la paprika affumicata. Quindi aggiungere la farina ottenuta ai broccoli e fagioli frullati.
  4. Mescolare bene e lasciar riposare il composto per circa 10 minuti.
  5. Bagnarsi le mani e formare le polpette (non preoccuparti se la forma non sarà perfetta), quindi passarle nella farina di mais. Procedere in questo modo fino a fine dell’impasto.
  6. Bagnarsi nuovamente le mani e ripassare le polpette nuovamente nella farina di mais, assestandone la forma (io le faccio a forma di ruota o cilindro), , cominciando dalla prima fatta fino all’ultima andando in sequenza.
  7. Disporle su un foglio di carta forno e passare un giro d’olio evo sulle polpette.
  8. Cuocerle per 30 minuti a 180°.
  9. Io le ho servite con un sugo in cui tuffarle.
Polpette panate una volta sola con la forma un po’ incerta
La polpetta dopo la seconda panatura con la forma più definita

Buon appetito!!

Burger di lenticchie vegetariani

Le lenticchie sono buonissime, ma spesso farle mangiare ai bambini piccoli non è facile, così nascono i miei burger di lenticchie vegetariani, apro il frigorifero e cerco ingredienti che possano creare il giusto mix di sapori per polpette, polpettoni o burger. 

Questi burger di lenticchie vegetariani sono con salsa di pomodoro e doppio concentrato o di pomodoro senza uova.

Lista per la spesa per 4/5 persone

  • 200 g di lenticchie secche o 400 g cotte
  • 50 g di passata di pomodoro (con il sugo di verdure sono ancora più buoni)
  • 20 g di concentrato di pomodoro (io doppio)
  • 50 g di Parmigiano Reggiano io stagionato 13 mesi
  • 30 g di formaggio fresco a pasta filata tipo Galbanino
  • 5-6 foglie di basilico fresco
  • 1 spicchio aglio 
  • Erba cipollina a piacere
  • 2 cucchiai di olio evo + quello per la cottura
  • 3 cucchiai di pan grattato – io il mio aromatizzato per la ricetta clicca qui
  • Acqua di cottura delle lenticchie q. b. se necessaria solo l’occorrente per frullare gli ingredienti

Cuciniamo

  1. Lessare le lenticchie, se si utilizzano quelle già cotte sciacquarle bene.
  2. Frullare tutti gli ingredienti tranne il pan grattato, se il composto dovesse risultare troppo duro aggiungere dell’acqua (con l’acqua di cottura delle lenticchie i burger risultano sicuramente più saporito e nutriente).
  3. Bagnarsi le mani.
  4. Dividere l’impasto in 8-10 palline.
  5. Da ogni pallina ricavare un burger, quindi cuocerli in una padella antiaderente.
  6. Servire caldi.

Trucco furbo: per dare la forma all’impasto dei burger se non hai lo strumento apposito, usa un coppapasta tondo e il batticarne che dovrai utilizzare all’interno del coppapasta schiacciando l’impasto precedentemente inserito. Unica accortezza ricordati di oleare la superficie del batticarne e l’interno del coppapasta, per evitare che l’impasto si attacchi ai due strumenti da cucina.

Prova lo stesso impasto per preparare le polpette o un polpettone, sentirai che bontà.

Buon Appetito!!

Zuppa vegetariana di Fagioli Cannellini e Quinoa – Senza Glutine

Lo confesso io ho sempre utilizzato la quinoa in insalata, ma devo dire che la zuppa di quinoa è molto buona e leggera. In’autunno e in inverno a casa nostra minestre e zuppe con i legumi vanno per la maggiore, sono nutrienti e ci vuole poco tempo per prepararle, in più sono economiche ( il che non guasta) e il risultato è sempre un grande successo.

Questa non è la classica zuppa in stile tradizionale, oggi al posto dei cereali o pasta ho utilizzato la quinoa. Mia mamma è già da molto tempo che mi parla della bontà delle minestre con la quinoa, ebbene oggi l’ho sperimentato di persona!

Ed ora ecco la ricetta

Lista per la spesa

  • 300 g di fagioli cannellini cotti
  • 1 cipolla grande o 2 piccole – io dorata
  • 2 Pomodori tipo San marzano
  • 1 carota grande o 2 piccole
  • 1 porzione di dado classico
  • Prezzemolo tritato q. b.
  • 1 cucchiaio di Olio evo + quello per decorare i piatti
  • 100 g di quinoa
  • 1 tazza di acqua di cottura dei fagioli – facoltativa
  • Sale q. b. – Io non l’ho messo
  • Formaggio grattugiato a piacere e facoltativo.

Puoi aumentare le dosi della quinoa a piacere.

Cuciniamo

  1. Lavare mondare e tagliare a cubetti le carote la cipolla e i pomodori.
  2. Mettere tutti gli ingredienti con abbondante acqua, in un tegame dal bordo alto, cuocere per almeno 20 minuti, giusto il tempo di far cuocere pomodori, carote e cipolle.
  3. Aggiustare di sale.
  4. Tirare fuori dal brodo una mestolata a persona degli ingredienti solidi (fagioli, carote, pomodori e cipolle) senza brodo, avendo cura di lasciare un po’di questi ingredienti nel brodo.
  5. Frullare il resto della minestra in cottura fino a ottenere un brodo molto liscio. La densità dipende da quanta acqua hai messo.
  6. Versare la quinoa nel brodo, dopo averla sciacquata, cuocendola secondo i tempi di cottura della confezione.
  7. Una volta cotta impiattare mettendo nel centro un mestolo per persona di fagioli pomodori carote e cipolle, che avevamo messo da parte.
  8. Aggiungere un filo di olio evo per piatto.
  9. A piacere spolverizzare con del formaggio grattugiato.
  10. Servire calda.

Buon Appetito!!