Pilaf di riso venere integrale aromatico con semi di sesamo e salsa di soia

Il riso pilaf è diventato un classico nella mia cucina, in casa lo  utilizzo molto come accompagnamento per secondi o come ingrediente per piatti da comporre a piacere ( varie pietanze messe al centro della tavola dove i commensali scelgono quantità e pietanza da aggiungere al piatto) o piatti unici. Quello di oggi è un riso pilaf aromatico dal gusto orientale con semi di sesamo e salsa di soia.

Questa è una ricetta che utilizzo spesso nelle sere con amici, l’idea nasce con la mia amica Giuse è lei che mi ha introdotto all’utilizzo del riso pilaf e devo ammettere che da quando l’ho scoperto non l’ho più abbandonato. Io ho aggiunto i semi di sesamo e l’olio evo per renderlo più appetibile per le nostre bambine.

Per il riso pilaf di questa ricetta ho utilizzato un riso venere integrale con cottura da 45 minuti, ma puoi scegliere la varietà di riso che preferisci.

Ti consiglio di servire il riso pilaf con semi di sesamo e salsa di soia accompagnandolo a uova strapazzate o pollo alle mandorle e verdure al curry, prossimamente le pubblicherò le mie ricette.

Le proporzioni di questa ricetta sono di 100 g di riso per 125-130 g di acqua. Da cuocere a fuoco medio basso (sul piano ad induzione io utilizzo una potenza di 5,5), in quanto è una cottura per assorbimento.

Lista per la spesa

Le dosi sono per 300 g di riso

  • 300 g di riso – io venere integrale
  • 400 g di acqua – con i risi con lunghi tempi di cottura aggiungo sempre qualche grammo in più di acqua.
  • 2 cucchiai di Olio evo
  • 2 cucchiai di semi di sesamo
  • Salsa di soia a piacere – io uso la salsa di soia a basso contenuto di sale

Puoi assaggiare questa ricetta anche senza salsa di soia, il posto risulta molto saporito e gustoso.

Ho iniziato ad aggiungere l’olio al riso pilaf per renderlo più appetibile per le bambine, ma è piaciuto anche a noi adulti ed ora lo consumiamo così. Puoi però omettere l’olio  totalmente.

Cuciniamo

  1. Versare il riso in un tegame, aggiungere l’acqua e avviare la cottura.
  2. Coprire con un tegame e impostare il tempo di cottura della confezione. Per quanto riguarda i risi con cottura da 45 minuti io imposto 30 minuti, quindi faccio continuare la cottura per altri 15 minuti.
  3. Una volta cotto il riso, l’acqua sarà totalmente assorbita e il riso risulterà umido ma cotto.
  4. Condire con olio e semi di sesamo, personalmente preferisco fare aggiungere la salsa di soia ad ogni commensale per ottenere la sapidità preferita.
  5. Servire caldo o tiepido

Passato il tempo di cottura, se non il riso è completamente cotto e c’è ancora acqua nel tegame, vuol dire che la temperatura era troppo bassa, continuare per qualche minuto alzando la fiamma o la potenza, qui si deve andare a tentativi secondo la potenza del proprio piano cottura o la dimensione del fuoco scelto.

Questa è la prima ricetta del 2022, e sono ancora in tempo per augurarvi Buon Anno, Buona Epifania e Buon Appetito!!

Riso Pilaf o riso cotto con metodo per assorbimento

Riso rosso integrale con cipolla pancetta e uva

Il Riso rosso integrale con cipolla pancetta e uva è un primo piatto saporito divertente non convenzionale e pieno di sapori che esplodono in bocca. Un piatto moderno ma fortemente attaccato alla biodiversità italiana.

Ho pensato a questo primo piatto per puro caso, avevo voglia di riso rosso, con della pancetta tesa affumicata, poi mi giro e vedo l’uva senza semi carnosa, succosa, buona. Da lì ad aggiungerci la cipolla, il passo è stato proprio breve.

Il riso rosso integrale si lessa e si condisce come la pasta, è povero di amido e se lo conosci non lo abbandoni più! I chicchi sono più sottili e allungati e per me che vivo letteralmente in mezzo alle risaie è splendido in estate vederlo crescere. A fine estate poi prima della raccolta è una vista mozzafiato vedere i campi di riso dorati rossi e neri a seconda della varietà coltivata, in cui spiccano i piumaggi delle cicogne bianche degli aironi cinerini e di qualche ibis camminarci in mezzo.

Lista della spesa

  • 340 g di Riso rosso integrale
  • 1 cipolla dorata grande o due piccole
  • 80 g di pancetta tesa affumicata
  • 120 g di uva bianca senza semi
  • 2 cucchiai di olio evo

Cuciniamo

  1. Lessare il riso rosso in abbondante acqua secondo i tempi di cottura.
  2. Nel frattempo mondare la cipolla e affettarla sottilmente, volendo si può sminuzzare molto grossolanamente, metterla a cuocere con l’olio evo a crudo in una padella.
  3. Quando si è cotta e caramellata (io l’ho fatta un po’ brunire) aggiungere la pancetta tagliata listarelle, se necessario aggiungere 1 o 2 cucchiai di acqua di cottura del riso. Il fuoco non deve essere troppo vivace altrimenti si secca troppo.
  4. Nel frattempo dopo averli lavati, tagliare gli acini d’uva in 4 o a metà a seconda della grandezza e versarli nella padella assieme alla cipolla e alla pancetta affumicata.
  5. Cuocere qualche minuto giusto per fare insaporire il condimento, se necessario aggiungere ancora acqua di cottura del riso.
  6. Una volta cotto il riso, scolarlo e versarlo nella padella assieme al condimento, far insaporire qualche minuto.
  7. Impiattare e servire caldo.

Puoi sostituire l’uva con mele o pere di stagione

Puoi sostituire il riso rosso integrale con il riso che preferisci, ma prediligi un riso integrale.

Nella foto qui sotto puoi vedere come deve risultare il condimento una volta pronto.

Buon Appetito!!

Risotto finocchio e salsiccia

Qualche tempo fa ero da mia madre e mi sono svegliata pensando quanto sono buone le salsicce al finocchietto lucane. Eh lo so è strano svegliarsi con questo tipo di pensieri, ma è successo, che poi io non sono mai stata un’amante dell’accoppiata salsiccia e finocchietto, a parte le salsicce lucane, che mi hanno proprio conquistata e nonostante siano anni che non le mangio, sono le salsicce al finocchietto che preferisco.

Quel giorno però pian pianino ho iniziato a farmi questa domanda e se cercassi di ricreare a grandi linee quel sapore?? Bella idea, ma come faccio? A questo punto inizio a pensare al riso … mmm … mi vengono in mente sempre più insistenti le parole riso finocchio e salsiccia, più ci penso e più nella mia mente assaporo il sapore di questo abbinamento. E sai che ancora ora, a distanza di tempo se ci penso, mi viene voglia di mangiarmi un buon risotto con finocchi e salsiccia?

Volendo puoi utilizzare i gambi del finocchio e la barba tritati, il sapore sarà più deciso. Questo è uno dei modi in cui utilizzo questa parte del finocchio che spesso viene scartata. Puoi anche metterli nel brodo vegetale o utilizzarli cotti e tritati per insaporire il sugo o il ragù di verdure.

Beh questo è il risultato dei miei pensieri, ci è piaciuto talmente tanto che da quel giorno l’abbiamo fatto spesso.

Lista della spesa per 4 persone

  • 320 g di riso, io Carnaroli, (Io metto 80 g di riso a porzione)
  • 1/2 o 3/4 di finocchio a seconda di quanto vuoi farne spiccare il sapore
  • 2 salsicce oppure 220 g di pasta di salsiccia
  • Brodo vegetale q. b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 40 g di burro, io chiarificato
  • 1/2 cipolla grande o 1 piccola intera
  • Parmigiano grattugiato q. b.

Cuciniamo

Tritare finemente la cipolla e rosolarla con il burro in una padella larga. Aggiungere le salsicce spezzettate a mano. Nel frattempo tritare finemente il finocchio crudo dopo averlo lavato e mondato. Versare il riso nella padella con la cipolla, mescolare bene e sfumare con il vino. Aggiungere il finocchio e amalgamare bene gli ingredienti, quindi incorporare un mestolo di brodo.
Procedere fino a fine cottura del riso – rispettando i tempi di cottura del riso utilizzato – aggiungendo solo un mestolo di brodo alla volta e continuare a mescolare.
A fine cottura versare il parmigiano grattugiato e mantecare il risotto.
Servire caldo.

Buon appetito!!

Ricetta svuotafrigo: risotto con minestrone e formaggio

Risotto minestrone e formaggio
Risotto minestrone e formaggio

Il risotto è un primo piatto tipico della cucina italiana, è un piatto estremamente versatile che si presta a numerose ricette dalle più classiche a quelle più fantasiose. Il risotto è uno dei miei piatti che preferisco, soprattutto in una giornata fredda e uggiosa come quella di oggi.

La particolarità di questa ricetta è che è decisamente una ricetta molto economica, una tipica ricetta svuotafrigo. E come tutte le ricette di questa tipologia è buonissima e piena di sapore, fra l’altro è anche molto versatile e personalizzabile a seconda degli ingredienti che abbiamo a disposizione e dei nostri gusti.

Questa ricetta svuotafrigo, nasce per puro caso, avevo del minestrone che mi era avanzato dal giorno prima, non era molto, non era abbastanza per il pranzo. Inizialmente avevo pensato di preparare una minestra aggiungendo altre verdure, tipo il porro o la verza, ma avevo voglia di qualcosa di diverso. Ho pensato quindi di fare un risotto cremoso aggiungendo dei fondi di formaggi misti che avevo da qualche giorno in frigo e che volevo consumare, da qui nasce questo delizioso risotto con minestrone e formaggio.

Non so a te ma a me le ricette svuotafrigo riservano delle buonissime sorprese, ogni volta infatti risultano molto gustose e piene di fantasia. Infatti modificando le verdure del minestrone ed i formaggi il risotto con minestrone e formaggio risulta sempre differente.

Inoltre le ricette con gli avanzi aiutano a risparmiare sulla spesa e potrebbe essere un modo per organizzare e impostare in modo differente le cene con gli amici.

Hai letto la mia Mini guida: Come impostare e organizzare una cena per fare bella figura con ricette semplici e poco costose? Se non l’hai letta ti consiglio di leggerla, questa è una ricetta che ne rispecchia in pieno lo spirito, anche se prima di cucinarla per gli ospiti ti consiglio di provarla per te e la tua famiglia ma solo perché questo risotto con gli avanzi è veramente buono.

Lista della spesa per 2 persone

  • 80 g di riso a persona – io ho utilizzato un riso integrale
  • 1 piatto fondo di minestrone – io senza legumi
  • formaggi misti a piacere – io ho usato della toma piemontese a pasta semimorbida ed una toma stagionata
  • Sale q. b.
  • Pepe q. b.
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Brodo vegetale q. b.

Cuciniamo

  1. Versare l’olio evo in una padella larga.
  2. Versare il riso e tostarlo.
  3. Aggiungere il minestrone, poi aggiungere il brodo vegetale.
  4. Durante la cottura aggiustare di sale.
  5. A cottura quasi ultimata, aggiungere il formaggio una parte grattugiato ( se la pasta lo consente) ed una parte a dadini.
  6. Mantecare il risotto, a fine cottura spolverizzare col il pepe.
  7. Servire caldo.

Buon Appetito !!

Insalata di riso integrale con zucchine tonno e menta

Carissimi Amici, questo è stato il mio pranzo di ieri, un’insalata di riso semplice e veloce, ma davvero leggera e gustosa.

INGREDIENTI PER DUE PERSONE
3 zucchine
160 gr di tonno al naturale
160 gr di riso integrale
1 spicchio d’aglio
Foglioline di menta qb
Olio evo qb
Sale e pepe qb

PROCEDIMENTO
Cuocere le zucchine con aglio olio sale pepe e qualche fogliolina di menta, fino ad ottenere la consistenza preferita, nel frattempo mettere a scaldare dell’acqua quando avrà raggiunto il bollore salare e versare il riso, quando sarà cotto scolarlo e versarlo in una terrina, aggiungere alle zucchine quindi  il tonno amalgamare  tutto e buoooon appetit
o… la menta da quel tocco di freschezza in più 🙂 ♥

 

Zucchine crude: Potassio, Fosforo, Magnesio, Calcio, Sodio, Vitamina C, e un po’ di Vitamina A
Menta: Potassio, Calcio, Fosforo, Sodio, Vitamina A, Vitamina C e un po’ di Ferro
Tonno fresco: Fosforo, Selenio, Potassio, Sodio, Calcio, Magnesio,  e moltissima Vitamina A

 

 

var addthis_config = {“data_track_addressbar”:true};
//s7.addthis.com/js/300/addthis_widget.js#pubid=ra-522c9ac24d382992