Torta rustica con coste (la parte bianca) – Cooking Dona

La torta salata con le coste (bieta) è una variante delle torte salate molto buona che risulta croccante e saporita e di veloce preparazione. Come per tutte le torte salate con verdure cotte anche in questo caso si ottiene un rustico a forma di torta dal gusto salato, realizzato con un guscio di pasta brisé, preparata in casa o acquistata già pronta. Per un gusto più friabile si può utilizzare la pasta sfoglia o a piacere con un impasto rustico con un ripieno saporito di coste saltate in padella e formaggi misti, quelli che si hanno in frigo.

Le torte salate con verdure e formaggio fanno parte di tutte le ricette che si possono preparare per svuotare il frigo,  consumando “rimasugli” o avanzi del giorno prima o anche ingredienti prossimi alla scadenza.

Se non vuoi utilizzare le coste si possono sostituire con una qualsiasi verdura a foglia larga oppure con dei broccoli e cavolfiori o anche con le zucchine.

Che differenza c’è fra coste e bieta?

Il tipo di verdura è lo stesso, quello che cambia è la forma. A seconda della forma infatti questa verdura assume nomi diversi: la bietola da coste ha foglie più piccole e coste più grandi , che possono essere bianche, gialle, rosse o arancioni, lunghe o spesse. Nel mio caso ho scelto le coste bianche molto spesse. La bietola da foglie o erbetta ha coste più piccole e si mangiano solo le foglie.

Preparare la pasta brisée in casa è facile, questa pasta è una preparazione base molto semplice e veloce da fare, di seguito ti lascio la mia ricetta, ma se vuoi saperne di più e scoprire qualche trucco, ti lascio il link di approfondimento al mio articolo sulla pasta brisé.

Per questa torta ho utilizzato solo la parte bianca delle coste, la parte verde delle foglie delle coste l’ho utilizzata per un minestrone.

Non ho aggiunto sale alla torta salata svuotafrigo per questo motivo non lo trovi fra gli ingredienti.

Torta salata svuotafrigo con coste, solo la parte biaca e formaggi. La pasta brisé è fatta in casa con una ricetta facile e veloce e vegana.

Lista per la spesa

Ingredienti per il condimento

  • 100 g di fontina circa 10 fette
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 cespi di coste solo la parte bianca grande o 2 cespi piccoli
  • 50 g di emmental
  • Aglio q. b.
  • Cipolla q. b.

Ingredienti Pasta brisée

  • 300 g di farina Manitoba
  • 100 g di acqua ghiacciata
  • 60 g di olio evo
  • Facoltativo 1 cucchiaio raso da caffè di lievito istantaneo per torte salate.

Cuciniamo

  1. Sbollentare le coste dopo averle tagliate a quadrotti.
  2. Fare un soffritto molto leggero con aglio e cipolla.
  3. Versare le coste nel soffritto quindi coprirle e cuocerle per 15-20 minuti, mescolandole spesso. Se dovessero asciugarsi troppo aggiungere dell’acqua, meglio se si aggiunge quella in cui sono state sbollentate le coste.
  4. Quindi lasciarle freddare.
  5. A parte tagliare la fontina a fettine, sminuzzare l’emmental.
  6. Lavorare le uova con il formaggio grattugiato e poi lasciare riposare.

Ora è il momento di preparare la pasta brisée

  1. Mescolare acqua e olio evo assieme.
  2. Mescolare il lievito alla farina.
  3. Versare a pioggia la farina nei liquidi mescolandola continuamente.
  4. Quindi impastare finché non si ottiene una palla d’impasto.
  5. Stendere l’impasto, deve risultare alto circa 5 mm.
  6. Bagnare un foglio di carta forno e posizionarlo sul fondo dello stampo, su cui va disposta la pasta brisée facendo attenzione ad avere i bordi alti. Io ho usato uno stampo da 28 cm.

Assembliamo e cuociamo la torta salata

  1. Portare il forno alla temperatura di 190° in modalità ventilata.
  2. Adagiare parte metà delle fettine di fontina sul fondo sul fondo della pasta brisée.
  3. Versarvi sopra le coste ripassate in padella.
  4. Quindi le fettine di fontina avanzate e l’emmental sminuzzato.
  5. Versare il composto di uova e formaggio grattugiato sulle coste .
  6. Se i bordi risultano più alti abbassarli delicatamente verso l’interno sopra il ripieno.
  7. Infornare e abbassare la temperatura a 180° e cuocere per 30 minuti, quindi sfornare una volta fatta la prova stecchino.
  8. Servire a piacimento calda o fredda.

Per una torta salata più leggera si può omettere il passaggio di ripassare in padella le coste con il soffritto di aglio e cipolla.

Buon Appetito!!

Torta salata svuotafrigo di cime di rapa e formaggi misti

La Torta salata alle verdure, in particolare la torta salata con cime di rapa è a mio avviso una delle varianti delle torte salate più buone e semplici da realizzare! Si tratta di un rustico a forma di torta dal gusto salato, realizzato con un guscio di pasta brisé,  volendo si può sostituire con la pasta sfoglia o a piacere con un impasto rustico con un ripieno saporito di cime di rapa saltate in padella e formaggi misti, quelli che si hanno in frigo.

Le torte salate con verdure fanno parte di tutte le ricette che si possono preparare per svuotare il frigo,  consumando “rimasugli” o avanzi del giorno prima o anche ingredienti prossimi alla scadenza.

Nel caso di questa torta salata avevo dei formaggi da consumare e delle cime di rapa, ma se non ami il gusto deciso e amarognolo delle cime di rapa e preferisci un gusto più delicato puoi sostituirle con le verdure a foglia larga che preferisci.

Preparare la pasta brisée in casa è facile, questa pasta è una preparazione base molto semplice e veloce da fare, di seguito ti lascio la mia ricetta, ma se vuoi saperne di più e scoprire qualche trucco, ti lascio il link di approfondimento al mio articolo sulla pasta brisé.

Torta salata svuotafrigo con cime di rapa e formaggi. La pasta brisé è fatta in casa con una ricetta facile e veloce.

Per questa ricetta ho utilizzato delle cime di rapa surgelate nella confezione da 450 g.

Lista per la spesa

Ingredienti per il condimento

  • 40 g di Toma Piemontese non stagionata
  • 50 g di mozzarella
  • 40 g di formaggio grattugiato
  • 20 g di formaggio spalmabile
  • 2 formaggini all’emmental – quello che piace tanto ai bambini
  • 450 g ci come di rapa – io ho usato quelle surgelate
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 2 cucchiai d’acqua
  • 2 uova – io biologiche

Ingredienti Pasta brisée

  • 300 g di farina Manitoba
  • 100 g di acqua ghiacciata
  • 60 g di olio evo
  • Facoltativo 1 cucchiaio raso da caffè di lievito istantaneo per torte salate.

Cuciniamo

  1. Fare un soffritto di olio e aglio, facendo attenzione a non farlo bruciare.
  2. Versare le cime di rapa ancora congelate nel soffritto e aggiungere i due cucchiai di acqua, quindi coprirle e cuocerle per 15-20 minuti, mescolandole spesso. Se dovessero asciugarsi troppo aggiungere ancora dell’acqua.
  3. Quindi lasciarle freddare.
  4. A parte tagliare la Toma Piemontese a fettine e la mozzarella lasciando i due formaggi separati.
  5. Una volta fredde le cime di rapa lavorarle con le uova, i formaggini, il formaggio spalmabile, il formaggio grattugiato e poi lasciare riposare il composto.

Ora è il momento di preparare la pasta brisée

  1. Mescolare acqua e olio evo assieme.
  2. Mescolare il lievito alla farina.
  3. Versare a pioggia la farina nei liquidi mescolandola continuamente.
  4. Quindi impastare finché non si ottiene una palla d’impasto.
  5. Stendere l’impasto, deve risultare alto circa 5 mm.
  6. Bagnare un foglio di carta forno e posizionarlo sul fondo dello stampo, su cui va disposta la pasta brisée facendo attenzione ad avere i bordi alti. Io ho usato uno stampo da 28 cm.

Assembliamo e cuociamo la torta salata

  1. Portare il forno alla temperatura di 190° in modalità ventilata.
  2. Adagiare le fettine di Toma Piemontese sul fondo della pasta brisée.
  3. Versarvi sopra le cime di rapa condite.
  4. Quindi le fettine di mozzarella.
  5. Ricoprire le cime di rapa con il composto di uova e formaggi.
  6. Se i bordi risultano più alti abbassarli delicatamente verso l’interno sopra il ripieno.
  7. Infornare e abbassare la temperatura a 180° e cuocere per 30 minuti, quindi sfornare una volta fatta la prova stecchino.
  8. Servire a piacimento calda o fredda.

Buon Appetito!!

Torta di mele annurche e noci gluten free e senza bilancia

Quella di oggi è una torta di mele svuotafrigo. Basta un uovo, tre noci, tre mele annurche il lievito la scorza di limone e qualche cucchiaiata fra zucchero farina e latte ed ecco che questa tortina è pronta.

Questa è davvero la classica ricetta svuotafrigo, senza glutine e senza burro e olio. In pochi minuti la prepari e col grano saraceno ha un sapore particolare. senza tralasciare il fatto che è una torta di mele preparata senza bilancia! Con queste dosi basta un stampo piccolo da torta, sui 18 cm

Lista per la spesa

  • 1 uovo
  • 2 cucchiai + 1 raso di zucchero
  • 1 cucchiaio + 1 raso di farina di grano saraceno
  • 1 cucchiaio + 1 raso di farina di riso
  • 1/2 bustina di lievito
  • Scorza di limone grattugiata
  • 3 noci sbriciolate
  • 4 – 5 cucchiai di latte
  • 3 mele annurche

Cuciniamo

  • Tagliare le mele a fettine.
  • In una ciotola mettere tutti gli effetti ingredienti e mescolare bene.
  • Foderare con la carta bagnata e strizzata forno lo stampo.
  • Quindi trasferirvi le mele e l’impasto, alternandoli iniziando col l’impasto terminando con le mele.
  • Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti, ma puoi fare la prova stecchino già dai 25 minuti.
  • Servire

Buon Appetito!!

Ricetta svuotafrigo: Pancake allo yogurt senza uova burro e senza bilancia

I pancake con yogurt senza uova né burro ti stupiranno per la loro sofficità e bontà esattamente come hanno stupito me. Sono veramente molto semplici da preparare e non hai nemmeno bisogno della bilancia per pesare gli ingredienti. Di ricette di pancake in rete ce ne sono davvero moltissime, dolci e salate vegane e non, io stessa ne ho fatte parecchie. Come avrai capito mi piace sperimentare molto, mi diverte creare nuovi abbinamenti e sapori e devo dire che questi pancake allo yogurt senza uova né burro, nati perché avevo due vasetti di yogurt prossimi alla scadenza, che volevo utilizzare subito, si sono rivelati un’ottima e divertente ricetta svuotafrigo.

Puoi usare lo yogurt che preferisci, se lo scegli alla frutta ti consiglio quello con la frutta frullata, l’impasto risulterà più liscio.

Lista per la spesa

  • 2 vasetti di yogurt – io alla banana frullata
  • 2 cucchiai di olio di semi + quello per ungere la padella- io olio di semi di mais
  • 4 cucchiaini rasi di zucchero
  • 1 cucchiaino da caffè di bicarbonato
  • 3 cucchiai di farina – io tipo 1

I miei cucchiai di farina erano molto carichi

Cuciniamo

  1. Travasare lo yogurt in una ciotola
  2. Aggiungere l’olio di semi. lo zucchero e il bicarbonato. Facendo attenzione di incorporarli uno per volta prima di passare all’ingrediente successivo. Io ho usato un cucchiaio per mescolare.
  3. Versare un cucchiaio di farina alla volta in un setaccio (io ho usato un colino capiente), intervallando l’operazione di setacciare a quella di mescolare il composto, per non far formare grumi. Procedere così fin quando si è unita tutta la farina.
  4. Lasciare riposare l’impasto.
  5. Nel frattempo ungere una padella con l’olio e scaldarla, quindi procedere con la cottura.
  6. Versare un cucchiaio di impasto per pancake, cuocere due minuti per lato.
  7. Servire caldo o freddo

Ricordati di aggiungere all’impasto un ingrediente alla volta avendo cura di incorporarlo bene prima di passare all’ingrediente successivo.

Se usi una farina senza glutine, io ho usato quella di riso, non è necessario setacciarla, ma ricorda di metterne un cucchiaio alla volta nell’impasto incorporandola bene prima di aggiungere il cucchiaio successivo.

Puoi farcire questi golosi pancake con quello che preferisci. Noi li abbiamo gustati al naturale.

Buon Appetito!!

Ricetta svuotafrigo: Parmigiana di zucchine senza frittura in padella

La parmigiana di zucchine è una variante della classica e più tradizionale parmigiana di melanzane, si prepara in pochissimo tempo ed è veramente buona e gustosa e di sicuro successo

Pochi ingredienti come zucchine, mozzarella, formaggio grattugiato, basilico e ragù di carne, quando devi consumare le zucchine e in frigo hai del ragù avanzato, o la mozzarella è prossima alla scadenza questa ricetta è perfetta. Come tutti i tortini ha il vantaggio di essere preparato con largo anticipo, anzi se preparata il giorno prima è ancora più buona, si può preparare sia in forno che in padella. Oggi ti propongo una versione in padella, se utilizzi poche piccole accortezze come un timer e un coperchio (meglio se di vetro per controllarne la cottura) vedrai che la parmigiana si cuoce da sé e non devi nemmeno seguirla più di tanto.


Il risultato nella consistenza è molto simile ad una parmigiana di melanzane. Questa versione della parmigiana di zucchine è light e veloce senza frittura e senza grigliare le zucchine, i tempi di preparazione si riducono al taglio delle zucchine della mozzarella e alla disposizione degli ingredienti nella padella prima della cottura.

Lista per la spesa

  • 300 g di zucchine
  • 2 mozzarelle da 100 g tagliate a cubetti (io a basso contenuto di sale e grassi)
  • Parmigiano Reggiano grattugiato a piacere (io stagionato 13 mesi)
  • Ragù di carne
  • 4 -5 Foglie di basilico
  • 2 cucchiai di Olio evo
  • Sale q. b.

Per questa ricetta ho utilizzato un ragù di carne, se preferisci provala con un ragù di verdure tritate che avevo in frigo o un sugo semplice.

Cuciniamo


  1. Lavare e mondare le zucchine quindi tagliarle.
  2. Tagliare la mozzarella a dadini.
  3. Versare l’olio nella padella assieme a 2 cucchiai di ragù spalmando entrambi gli ingredienti fino a coprire tutta la superficie del fondo della padella.
  4. Disporre le rondelle di zucchine in modo ordinato su tutto il fondo della padella, ricoprirle in sequenza con il ragù, la mozzarella, il formaggio grattugiato infine il basilico spezzettano a mano.
  5. Ripetere l’operazione finché non finiscono le zucchine, quindi completare l’ultimo strato col ragù e i dadini di mozzarella rimasti per ultimo spolverizzare con il Parmigiano.
  6. Cuocere la Parmigiana di zucchine coprendo la padella con un coperchio, per almeno 40 minuti a temperatura medio bassa.
  7. Controllare la cottura della parmigiana di zucchine, se necessario continuare la cottura.
  8. Se dovesse risultare liquida alzare la temperatura, il risultato deve essere come quello in foto.
  9. Servire calda.

Io ho utilizzato una padella da 24 cm.

Puoi tritare la mozzarella, per distribuirla su tutta la superficie più agevolmente.

Cuocendo la parmigiana di zucchine in padella di consiglio di tagliare le zucchine a rondelle per disporle più agevolmente nella padella.


Buon Appetito!