La frittata di patate come non l’hai mai mangiata 🤩

Fino a una decina di anni fa la frittata in generale non mi faceva impazzire, ma ad un certo punto, non ricordo nemmeno io com’è successo è scoppiato l’amore, da allora la cucino spesso e quella di patate, assieme alla frittata di cipolle o broccoli, è una delle mie preferite.

Questa in particolare è stata davvero speciale, le uova erano più che bio e più che a Km 0, me le hanno regalate nonna MG e nonno PG, loro sono meravigliosi, sono i nonni di uno dei più cari amichetti di mia figlia, e ci hanno praticamente adottato in questo ultimo periodo, non li ringrazieremo mai abbastanza! Per questo e per fare onore alle loro gallinelle generose, ho deciso di fare con le loro uova una frittata degna di questo nome. 😍

Le uova sono uno degli alimenti che mia figlia preferisce, per lei è una vera festa quando le preparo (🤩). Quando era più piccolina le mettevo le verdure nella frittata e lei le adorava, poi ha voluto solo le uova strapazzate, ma da un po’ di tempo, per fortuna la frittata è tornata ad essere un piatto che ama molto.

Nel titolo del post ho scritto: la frittata di patate come non l’hai mai mangiata, io ti consiglio davvero di provarla ti stupirà, poi se ti va dimmi cosa ne pensi!

Qui le patate stanno rosolando con il dado granulare e la cipolla granulare

Ma perché è così particolare ti starai chiedendo? Beh prima di tutto non ho usato il sale per insaporirla ma la cipolla granulare e il dado vegetale granulare, il dado è il mio, trovi una delle ricette del mio dado qui. La cipolla granulare e il dado li ho utilizzati in cottura sulle patate, in questo modo le patate sono risultate sabbiose e belle dorate. Diciamoci la verità la frittata di patate dovrebbe essere fatta con le patate fritte, quelle belle fritture casalinghe delle mamme, con le patate a tocchetti e poco olio. Fritture in cui le patate si rosolano per benino, la casa si riempie di profumi e tu non fai che pregustare il momento in cui le mangerai. E no, assolutamente non sto parlando delle patatine a stecchino o French Fries.

Da quando una cuoca mi ha detto di mettere un goccino di latte nelle uova per la frittata, devo dire che mi piace molto di più, risulta veramente più soffice. Per quanto riguarda la cottura, a me piacciono in genere le cotture lente sia per la frittata che per la carne. Questa volta però andavo di fretta e l’ho cotta a fuoco vivo… era una vera bontà!!

Questa è una ricetta che può essere modificata in base alle proprie esigenze preferenze e ovviamente alle disponibilità in dispensa, quindi la lista della spesa è molto veloce da preparare.

Lista della spesa per una frittata di 5 uova

  • 5 uova – io biologiche e a chilometri zero 🤩
  • 3 – 4 patate
  • Dado granulare vegetale a piacere – io mezzo cucchiaino da caffè
  • Cipolla granulare a piacere – io una generosa spolverata
  • Olio evo per la cottura – io 4 -5 cucchiai
  • Un goccino di latte, circa una tazzina di caffè, io faccio a occhio

Cuciniamo

Dopo aver mondato lavato e tagliato a fettine di circa 5 mm le patate, cuocerle a fuoco vivace per una decina di minuti, girarle spesso, quindi aggiungervi la cipolla granulare e il dado vegetale granulare. Continuare la cottura finché non si sarà formata una bella crosticina, girarle di tanto in tanto per rendere la doratura omogenea. Nel frattempo sbattere velocemente le uova con il latte, quindi versarle alle patate. Girare la frittata a circa 3/4 della cottura, per farla dorare da entrambi i lati, quindi servirla a cottura ultimata.

Come antipasto può essere servita anche fredda. Per un piatto principale io preferisco servirla calda.

Buon Appetito!!

Frittata di rucola e cipolle caramellate con aceto balsamico IGP

Frittata rucola e cipolle caramellate con aceto balsamico IGP
Frittata rucola e cipolle caramellate con aceto balsamico IGP

La frittata è un classico della cucina italiana, la frittata di cipolle poi secondo me è una delle più buone in assoluto 😀 . Questa ricetta, oltre ad essere un piatto molto economico, è davvero molto semplice da preparare. Rispetto alla versione classica, ho aggiunto l’aceto balsamico e la rucola, questi due ingredienti aggiungono quel quid in più e il sapore risulta ancora più pieno e ricco.

TRUCCO: Per rendere le cipolle più digeribili, dopo averle mondate e tagliate, lasciale un quarto d’ora a bagno nell’acqua e poi sciacquarle. Dopo cuocile nell’acqua. 😉

 

Lista della spesa

Il latte serve per rendere la frittata più soffice 😉

 

Cuciniamo

  1. In una padella antiaderente versare l’olio fatelo scaldare, quindi aggiungete le cipolle mondate e tagliate a fettine sottili.
  2. Cuocere le cipolle aggiungendo di tanto in tanto un cucchiaio d’acqua (questo serve a non usare troppo olio) per evitare che le cipolle si secchino, aggiustate di sale e pepe.
  3. Quando le cipolle sono quasi cotte sfumare con l’aceto balsamico, fare insaporire fino a che le cipolle si sono caramellate, a questo punto aggiungete la rucola dopo averla mondata ed asciugata.
  4. A parte sbattete le uova con il latte ed aggiustare di sale e pepe, poi versare le uova sulle cipolle.
  5. Cuocere la frittata a fuoco dolce
  6. Servire la frittata calda o fredda a piacimento, questa fritta si può gustare come secondo piatto, oppure come antipasto se tagliata a striscioline o quadratini.

NB: Girate la frittata solo quando vedete che si sta iniziando a cuocere anche sulla superficie, in questo modo l’operazione sarà molto più agevole.

 

Buon Appetito !!

Frittata di rucola e cipolle caramellate all’aceto balsamico IGP

 

La frittata è un classico della cucina italiana, la frittata di cipolle poi secondo me è una delle più buone in assoluto 😀 . Questa ricetta, oltre ad essere un piatto molto economico, è davvero molto semplice da preparare. Rispetto alla versione classica, ho aggiunto l’aceto balsamico e la rucola, questi due ingredienti aggiungono quel quid in più e il sapore risulta ancora più pieno e ricco.
TRUCCO: Per rendere le cipolle più digeribili, dopo averle mondate e tagliate, lasciale un quarto d’ora a bagno nell’acqua e poi sciacquarle. Dopo cuocile nell’acqua. 😉

Lista della spesa

Il latte serve per rendere la frittata più soffice 😉

Cuciniamo

  1. In una padella antiaderente versare l’olio fatelo scaldare, quindi aggiungete le cipolle mondate e tagliate a fettine sottili.
  2. Cuocere le cipolle aggiungendo di tanto in tanto un cucchiaio d’acqua (questo serve a non usare troppo olio) per evitare che le cipolle si secchino, aggiustate di sale e pepe.
  3. Quando le cipolle sono quasi cotte sfumare con l’aceto balsamico, fare insaporire fino a che le cipolle si sono caramellate, a questo punto aggiungete la rucola dopo averla mondata ed asciugata.
  4. A parte sbattete le uova con il latte ed aggiustare di sale e pepe, poi versare le uova sulle cipolle.
  5. Cuocere la frittata a fuoco dolce
  6. Servire la frittata calda o fredda a piacimento, questa fritta si può gustare come secondo piatto, oppure come antipasto se tagliata a striscioline o quadratini.
NB: Girate la frittata solo quando vedete che si sta iniziando a cuocere anche sulla superficie, in questo modo l’operazione sarà molto più agevole.
Buon Appetito !!

Uova al pomodoro con bietole al vapore

Ooohh questa è proprio una di quelle ricette che mi ricordano la mia infanzia, qui con me ci sono i miei a coccolarmi care amiche mie, poiché lo scorso mercoledì ho avuto un intervento di tiroidectomia totale… e giustamente ora mi godo la convalescenza :)) …… fa sempre piacere a tutti essere coccolati, ma quando le coccole ti riportano alla tua infanzia allora è proprio bellissimo, nonostante il periodo di convalescenza.
Vi dirò quest’esperienza è stata davvero meno forte di quello che pensavo, ma non voglio angosciarvi con i particolari… l’unica cosa che vi dico è non sottovalutate gli effetti collaterali che possono verificarsi per un mal funzionamento della tiroide, ogni tanto quando fate le analisi generali, chiedete al vostro medico di controllare anche gli ormoni tiroidei, è meglio sempre avere tutto sotto controllo o almeno provarci ^^.
Ma parliamo di argomenti decisamente più allegri!! ……….. una delle mie coccole come vi dicevo mi ha ricordato la mia nonna e il mio prozio, sto parlando delle uova al pomodoro.
Mi ricordo che era un piatto che adoravo da bambina e ancora oggi quando le mangio provo sempre la stessa sensazione di sorpresa a sentire l’accostamento di questi due sapori :))
Un piatto proprio veloce e leggero volete sapere come si fanno? …… dai andiamo a vederlo!!
INGREDIENTI
– 2 uova a persona
– passata di pomodoro
– qualche foglia di basilico
– olio evo
– 1 bel mazzetto di bietoline
– sale e pepe
PROCEDIMENTO
Pulite e lavate le bietoline cuocetele al vapore e conditele con olio evo, sale, pepe e se vi piace dell’aceto, il massimo è la glassa d’aceto 😉
Queste sono le dosi per le uova 3 per persone: versate in un pentolino un cucchiaino d’olio evo e meno di un terzo di passata di pomodoro con qualche foglia di basilico spezzettata a mano e un po’ di sale, come diceva mia nonna il sughetto deve cuocere piano piano……. Ricordate piano piano questo tipo di cottura è fondamentale per l’ottima riuscita del piatto.
Cotto il sugo aggiungete le uova e girate con un mestolo finchè le uova non si cuociono, girate sempre, un po’ come fareste se steste facendo la crema pasticcera, non devono attaccarsi!!
Cotte le uova servitele calde.
Allora che ne dite vi piace la ricetta di mia nonna??? …… a me sempre oggi come quando ero una bimba …… buon appetito :))

Pan di Spagna soffice e leggero e pratico da preparare

Ieri era il compleanno della mia amica Stefania e siamo a stati a cena a casa sua per una cena molto casalinga e molto intima a base di pizza rigorosamente fatta in casa da lei…… Era buonissima, davvero buonissima!!
Le pizze erano con farciture diverse in modo da accontentare grandi e piccini la pizza col prosciutto c’era sia in versione piccante che non, e poi la pizza funghi e prosciutto, accompagnato il tutto con della birra, e diciamocelo con la pizza la birra sta sempre bene!
Voi mi chiederete a questo punto, ma che c’entrano le pizze col Pan di Spagna? Teoricamente nulla, nel caso specifico volevo far onore alla cucina della mia amica. ;))
Passando invece alla sua torta, che non aveva assolutamente nulla da invidiare a quelle di pasticceria, purtroppo non ho la foto da farvi vedere poiché il mio cellulare che mi accompagna in tutte le mie scorribande fotografiche era scarico 😦 ….. ma quando me la danno ve la posto. ;))
Il dolce era un soffice Pan di Spagna talmente soffice che si scioglieva in bocca, leggero al gusto e farcito con crema pasticcera e crema al cioccolato, decorato con panna e topping al cioccolato!!
Non potevo non chiederle la ricetta, e lei con la grazia che la denota me l’ha data stupendosi che potesse interessare il mondo “virtuale”, considerando le ricette che di solito trovo in giro su libri e rete, questa davvero le batte tutte, per velocità semplicità d’esecuzione e ……….. quantità!!
INGREDIENTI
– uova
– zucchero
– farina
– 1 bustina di lievito per dolci
PROCEDIMENTO
Avrete notato che non vi ho dato le quantità, non è una svista tranquille, è solo che la ricetta è talmente facile anche da replicare anche aumentando le dosi, vi stupirete come me! Stefania ieri ha usato 3 uova, le ha pesate e ha pesato pari quantità di zucchero e farina.
Quindi ha montato le uova con lo zucchero e aggiunto gradualmente la farina col lievito, poi ha versato il composto nello stampo e infornato a 170° per 20 minuti, sfornata la base della torta ha aspettato che si freddasse l’ha tagliato e farcito.
Allora avevo ragione a dire che questa ricetta del Pan di Spagna è favolosa?? ……….. è davvero il caso di dire GNAMM!!
Non ho le ricette per le creme al momento ;(